MARTINSICURO – Il corpo di Damiano Paolini tornerà oggi martedì primo dicembre a Martinsicuro per ricevere l’ultimo saluto dalla cittadinanza, ancora sgomenta per l’improvvisa morte del quindicenne colpito da un aneurisma celebrale. La salma, che si trova all’obitorio dell’ospedale di San Benedetto, sarà trasferita verso mezzogiorno nella Chiesa del Sacro Cuore di Martinsicuro. I funerali si svolgeranno mercoledì alle 15. Sarà una cerimonia funebre molto sentita, a cui parteciperanno anche gli insegnanti e i compagni di scuola di Damiano, che frequentava il secondo anno all’Istituto Tecnico per Geometri di Grottammare.

Il giovane si è sentito male lo scorso sabato pomeriggio: era a casa, seduto davanti al pc, quando è caduto a terra svenuto. In casa c’erano il padre e la nonna che subito hanno chiamato il 118, ma Damiano non ce l’ha poi fatta ad arrivare all’ospedale di San Benedetto dove l’ambulanza lo stava trasportando d’urgenza. E’ morto durante il percorso, per un’emorragia cerebrale probabilmente dovuta ad un aneurisma. Il referto medico non lascia dubbi, tanto che il magistrato ha ritenuto non necessario dover disporre l’autopsia.

La famiglia Paolini è stata colpita a distanza di pochi anni da una nuova tragedia. La mamma di Damiano infatti fu uccisa quattro anni fa con venti coltellate da una mano che ad oggi ancora resta ignota. Il suo corpo fu trovato nei pressi di un canneto a Corropoli, ed inizialmente del delitto fu accusato il marito, poi prosciolto sia in primo grado che in appello. La famiglia si stava lentamente riprendendo dal trauma e dalle vicissitudini giudiziarie subite quando è stata di nuovo scossa da un altro sconvolgente ed inspiegabile lutto.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 987 volte, 1 oggi)