SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una buona notizia che fa dimenticare al sindaco Gaspari il momentaccio politico che attraversa, con i malumori di parte della sua maggioranza. Il 19 dicembre aprirà il PalaRiviera, cioè il palacongressi rimesso a nuovo dalla società dei fratelli Calabresi, di Marco Sciarra e della Troiani & Ciarrocchi. E’ il termine di un iter travagliato, quello del project financing partito con l’amministrazione Martinelli, bloccato da ricorsi amministrativi e penali, passato anche per alcuni mesi di sequestro giudiziario della struttura. Dopo l’archiviazione dei contenziosi e delle sospensioni del progetto, la struttura restituirà alla città un cinema multisala dopo la chiusura dello storico cinema Calabresi e avrà delle ampie sale per convegni di portata nazionale. Gli imprenditori lo gestiranno per trenta anni, riservando una quota di giorni annuali all’uso pubblico che ne vorrà fare il Comune.
Un appalto che Gaspari avversava quando era il leader dell’opposizione di centrosinistra, ma che oggi vede con grande favore per il rilancio delle presenze turistiche legate ai convegni (clicca qui per i dettagli sulla struttura).
«In primavera ci sono ottime possibilità di ospitare due convegni molto rilevanti, quello della Caritas e quello della Cgil Scuola. Prevediamo un afflusso complessivo di 1300-1400 persone, sono convinto che gli albergatori si stiano accorgendo delle potenzialità del PalaRiviera», afferma il sindaco.
Il convegno della Caritas è annunciato per il periodo dal 26 al 29 aprile del 2010, quello della Cgil Scuola cadrà fra l’ultima settimana di marzo e la prima di aprile, sempre del 2010.
L’apertura del PalaRiviera, annunciata pubblicamente dal sindaco nel corso di una assemblea per il bilancio partecipato tenuta giovedì nei locali della pista di atletica leggera di via Sgattoni, non ha ancora l’ufficialità da parte della Palacongressi Srl, la società dei Calabresi e di Sciarra che ha investito nel completamento della struttura, costruita a fine anni ’80. Ma l’annuncio fatto dal sindaco sta a significare che da parte degli imprenditori c’è stato un preannuncio che, salvo complicazioni tecniche dell’ultimo momento, indica che i lavori stanno volgendo al termine.

Il primo cittadino ribadisce il suo invito agli imprenditori alberghieri a trovarsi pronti alle prospettive di sviluppo turistico, investendo nelle loro strutture e rendendole pronte ad accogliere ampi flussi di clienti anche in bassa stagione o d’inverno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.931 volte, 1 oggi)