ASCOLI PICENO- «Fare una politica diversa e concreta stando a contatto con i cittadini conoscendo i loro problemi», queste sono le parole d’ordine pronunciate  da Sergio Corradetti, Segretario Provinciale dell’Udc che nel corso della conferenza stampa tenutasi nella tarda mattinata di giovedì ha presentato il programma che verrà trattato nell’ Assemblea Programmatica Provinciale prevista per  sabato 28 novembre presso l’Auditorium B&B del Consind.

Il tema principale è legato alla grave crisi economica e sociale che ha colpito in questi ultimi tempi il territorio Piceno. Per questo l’ Udc afferma di voler svolgere un’azione incisiva con i propri rappresentanti muovendo la propria azione politica sia a livello locale che nazionale per individuare le linee di sviluppo per rilanciare il sistema produttivo.

Alcuni dei principi su cui si baserà la Conferenza Programmatica di sabato riguardano l’emendamento presentato dal deputato ascolano Amedeo Ciccanti che prevede il finanziamento di 15 milioni di euro all’Enea ed al CNR per trasferire progetti, innovazioni, ricerca del settore biotecnologico e produzione dell’energia da applicare a tutta l’area della vecchia Cassa del Mezzogiorno; il potenziamento delle infrastrutture stradali sia nel collegamento stradale Est/ovest per il finanziamento del tratto Trisungo – Favalanciata e la definizione del tratto da Favalanciata ad Acquasanta Terme, sia nel collegamento stradale Nord/Sud con la realizzazione della Mezzina decongestionando il traffico locale con il recupero dei Fondi FAS.

In questa fase di potenziamento è prevista anche un’interrogazione per l’elettrificazione della tratta ferroviaria Ascoli- Porto D’Ascoli e potenziamento dell’autoporto pubblico di Castel di Lama senza dimenticare la tratta ferroviaria Ascoli/Roma per la quale esiste già una proposta di Amedeo Ciccanti e uno studio di fattibilità che sono stati oggetto del convegno che si è tenuto nella serata di giovedì presso la libreria Rinascita.

«Ma le infrastrutture da potenziare non sono solo quelle stradali ma anche quelle marittime – aggiunge Sergio Corradetti – come partito dobbiamo supportare il marketing territoriale agevolando l’accesso al territorio, pensando ad un discorso di internazionalizzazione per un collegamento con l’Oriente e i paesi balcanici che si può ottenere potenziando il porto di San Benedetto».

Secondo gli esponenti dell’Udc un altro punto importante riguarda l’energia, nella quale si dovrebbe intervenire principalmente nel settore del contenimento energetico senza sprecare energia per produrre quella che si disperde e successivamente nella produzione con sistemi a basso impatto ambientali e con fonti alternative rinnovabili.

«Lo scopo di questa assemblea programmatica è di fare propaganda a livello regionale per le prossime elezioni regionali – aggiunge in chiusura Sergio Corradetti – inserirsi in un contesto più ampio che è quello delle quattro province per poter attingere a finanziamenti per rilanciare le iniziative che si possono mettere in atto sul territorio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 491 volte, 1 oggi)