SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A spasso per via Pizzi. Questa è la proposta che, fino ad un mese fa sarebbe apparsa bizzarra, di Legambiente e di «molti abitanti» (così è scritto nel comunicato inviato alla redazione) della via e di quelle limitrofe. Perché proposta bizzarra? Perché fino a poco tempo fa la strada era normalmente transitabile, mentre da qualche settimana, a causa di lavori in corso, è di fatto pedonalizzata.
«E se chiudessimo al traffico via Pizzi? Nella nostra città c’è stato un primo momento di sconcerto: come fare per chiudere una via molto importante al traffico urbano? Poi i giorni passano: tranquille giornate, quasi irreali, si alternano a lunghe serate di silenzio e ci si fa presto ad abituare all’idea che è possibile chiudere al traffico anche via Pizzi» scrive nella nota il circolo sambenedettese di Legambiente, che continua: «Si scopre che il cittadino scende in strada, si riappropria della sua vita sociale e si sofferma a guardare la città e presto ci si accorge che manca solo il suono dei clacson, la lunga fila delle auto e la puzza dei motori accesi».
«Costruire una città senz’auto si può! – scandisce l’associazione ambientalista – Chiediamo al sindaco: chiuda al traffico via Pizzi, ci faccia questo regalo per Natale, ci ridia una città vivibile! Le nostre strade si sono riempite di automobili, furgoni, insegne e semafori. L’aria si è avvelenata e la gente resta in casa. Le strade del futuro dovranno tornare a popolarsi di pedoni, di ciclisti ed essere attraversate solo da mezzi di trasporto pubblici. Aumenta l’esigenza di verde, igiene e pulizia dell’aria. Il futuro sostenibile deve nascere dalle città, ma ci vogliono scelte coraggiose».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.070 volte, 1 oggi)