SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Sesso con minorenni in cambio di ricariche telefoniche e consumazioni gratuite. Un barista sessantenne di Sant’Egidio alla Vibrata (il nome è omesso per tutelare le minori) è stato arrestato nella giornata di giovedì 26 novembre con la pesante accusa di induzione alla prostituzione minorile. La vicenda vedrebbe coinvolte quattro ragazzine del posto, tutte tra i 16 e i 17 anni, che in base all’accusa da un anno a questa parte avrebbero avuto rapporti sessuali con l’uomo all’interno del bar, quando il locale era vuoto, in cambio di piccole elargizioni economiche: talvolta ricariche telefoniche, talvolta consumazioni gratuite, altre volte anche modiche somme di denaro.

La denuncia nei confronti del barista è partita dai genitori di una delle minori, a seguito delle confidenze raccolte dalla giovane. I Carabinieri di Sant’Egidio hanno immediatamente avviato le indagini e il bar nella giornata di giovedì è stato inizialmente posto sotto sequestro, poi dopo poche ore dissequestrato su istanza del legale di fiducia dell’arrestato, per il quale ora saranno chiesti gli arresti domiciliari. Pare che nell’interrogatorio davanti al giudice l’uomo avrebbe fatto delle parziali ammissioni, mentre le ragazzine coinvolte nel torbido giro, ascoltate dagli inquirenti, avrebbero confermato gli incontri. Gli appuntamenti sarebbero stati di volta in volta fissati per telefono.

Il Gip Marco Billi pertanto, su richiesta del Procuratore Bruno Auriemma ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il sessantenne, che ora si trova a Castrogno. Le indagini intanto proseguono per accertare se il numero delle minori coinvolte nei rapporti con l’uomo sia più ampio di quello al momento accertato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.673 volte, 1 oggi)