ASCOLI PICENO – L’ascolano A.D. 22enne residente a Castel Trosino ed il macedone S.R. 22enne residente a Castignano dopo essere stati condotti in Questura sono stati tratti in arresto per furto aggravato e messi a disposizione del Pm Carmine Pirozzoli.

Ed ecco i fatti. Alle prime ore di giovedì una pattuglia della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, si è recata in via Corso Mazzini tra i numeri civici 226 e 228 dove, grazie ad una segnalazione, hanno sorpreso due individui intenti a fuggire da un portone dirigendosi ciascuno in direzione diverse. Il primo verso Corso Mazzini e l’altro verso via XX Settembre.

Gli agenti non hanno impiegato molto a bloccare i due soggetti che erano appena usciti da una chiesa abbandonata da dove avevano sottratto diversi oggetti religiosi per caricarli su di un furgone risultato senza assicurazione e revisione e con il numero di telaio arrugginito. All’interno dello stesso era stato depositato dell’altro materiale al vaglio delle indagini.

La porta della chiesa mostrava chiari i segni dell’effrazione. All’interno sono stati abbandonati oggetti atti allo scasso ed un paio di guanti da carpentiere. Oggetti poi sequestrati dagli agenti i quali si sono recati nell’appartamento di entrambi i soggetti nei quali è stato trovato del materiale in fase di accertamento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)