SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pur se alcuni assenti sono giustificati, il fatto politico c’è eccome. La maggioranza di Giovanni Gaspari mercoledì sera non ha avuto il numero legale di consiglieri per tenere la programmata seduta del consiglio comunale. Affinché l’assemblea possa svolgersi è infatti necessaria la presenza della metà più uno dei 31 consiglieri dell’assise, cioè 16 consiglieri. Come è prassi in politica, una volta resasi conto dell’assenza dei consiglieri di maggioranza Narcisi, Urbinati, Cipolloni e Menzietti, l’opposizione non è entrata in aula (Pdl, Rifondazione e Felicetti della Lista Martinelli). Mentre i consiglieri dell’Udc, anche loro di opposizione, non erano presenti del tutto.
Seduta rinviata, dunque, ed è il segno di evidenti contrasti interni alla maggioranza di Giovanni Gaspari.

Mentre Fabio Urbinati (Partito Democratico) e Mario Narcisi (Partito Socialista) da quanto emerge avevano impegni di carattere personale che hanno impedito loro di essere presenti, l’assenza dei due consiglieri Libero Cipolloni e Nazzareno Menzietti (Pd, corrente di Sandro Donati) ha l’inequivocabile carattere di gesto che comunica dissenso politico.

Il consiglio comunale mercoledì sera era chiamato ad approvare la proposta di destinare l’avanzo di bilancio 2008 (307mila euro) ad alcuni investimenti come l’apertura del passaggio pedonale nel lato est del sottopasso della stazione ferroviaria (15.000 euro), 190.000 euro per le manutenzioni richieste durante le assemblee del bilancio partecipato, 9.000 euro per beni per la Protezione civile, 23.000 euro per l’acquisto di nuovi automezzi, 70.000 euro per la manutenzione straordinaria del Servizio necroscopico cimiteriale e di cremazione.

Poi si sarebbe discusso dell’adozione dei provvedimenti di competenza comunale relativi al Piano Casa recentemente approvato dalla Regione Marche. Il Comune deve deliberare entro il 30 novembre gli ambiti di applicazione delle norme che disciplinano i premi volumetrici in caso di ampliamento, demolizione e ricostruzione di immobili.

Nota curiosa, all’ordine del giorno della seduta di mercoledì c’erano anche due interrogazioni alla giunta comunale, firmate rispettivamente dai consiglieri Mario Narcisi e Marco Lorenzetti. Entrambi assenti.

Il presidente del Consiglio Giulietta Capriotti ha riconvocato il consiglio comunale in seconda convocazione per lunedì 30 novembre con inizio alle ore 20.

precisazione delle ore 16:22

Il consigliere comunale dell’Udc Marco Lorenzetti ci informa che la sua interrogazione era stata ritirata da alcuni giorni, in quanto l’assessore Emili gli aveva fornito delle precisazioni. Purtroppo però la notizia del ritiro dell’interrogazione non compariva nelle fonti ufficiali, nè nell’ordine del giorno nè dalle comunicazioni dell’ufficio stampa del Comune.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.191 volte, 1 oggi)