CUPRA MARITTIMA – Iniziano gli incontri con i quartieri. Hanno preso infatti il via le assemblee itineranti dell’amministrazione comunale nelle varie zone cittadine. Martedì 24 novembre alle ore 21 presso il ristorante Il Frutteto è stata la volta del Quartiere Tre. Il sindaco Domenico D’Annibali insieme ad Alessandro Carosi, ovvero l’assessore delegato ai rapporti con i Comitati di quartiere, hanno così incontrato gli abitanti della zona che comprende via Santi, via Boccabianca e via San Michele.

Il quartiere aveva già fatto presente all’amministrazione, attraverso una lettera, alcuni problemi da risolvere urgentemente, D’Annibali e Carosi hanno così iniziato ad esporre le possibili soluzioni.

«Innanzitutto – ha introdotto D’Annibali – mi fa piacere vedere così tanta partecipazione da parte vostra perchè cerchiamo di interagire con i cittadini. Con questi incontri infatti potremmo renderci conto di tante problematiche. Cerchiamo anche di darvi informazioni su come l’amminsitrazione sta agendo per ciascuna zona».

Gli abitanti del quartiere hanno infatti reso noto il problema dell’eccessiva velocità dei veicoli soprattutto nella strada Provinciale Boccabianca. Carosi, ha spiegato a proposito che «è stato contattato l’ingegner Paolo Tartaglini della Regione e, grazie al suo intervento, nei prossimi giorni saranno installate le bande rumorose contro l’eccessiva velocità. È più complesso invece pensare alle strisce pedonali. C’è sì la possibilità di crearle ma dobbiamo studiare meglio dove e come».

«Quello dell’eccessiva velocità degli automezzi – ha aggiunto il sindaco – è un problema che si presenta in diverse zone. Cercheremo di rispondere alle esigenze come questa, ovvero fondamentali del territorio. Stiamo infatti mettendo da parte i soldi per terminare le asfaltature nelle strade di campagna e mantenerle pulite».

Edwin Ciarrocchi fa presente un altro problema del loro quartiere: «In alcuni tratti di via Santi e in via Boccabianca manca l’illuminazione stradale. In virtù della sicurezza pubblica vorremmo anche venisse realizzato un marciapiede per i pedoni».

«Quelle zone – ha sottolineato il sindaco – non sono illuminate perchè non sono catalogate come zone urbane, quindi l’illuminazione non sarebbe obbligatoria. Dovremmo attendere le lottizzazioni previste dal Prg per farle divenire tali e a quel punto intervenire con l’illuminazione. Per quello che riguarda il marciapiede è più difficile realizzarlo, ma ci impegneremo per trovare i fondi e procedere almeno nel tratto più utilizzato».

Un altro argomento trattato è stato il problema della metanizzazione, poiché molte zone ne sono sfornite. D’Annibali ha quindi illustrato la situazione: «Il responsabile regionale che si occupa della metanizzazione si è interessato al problema e ha già fatto un’ipotesi di dove potrebbero posizionarsi gli impianti. Ora sta a noi, insieme a voi cittadini, cercare di vedere di quanti allacci abbiamo bisogno, in modo da rivoglerci all’azienda che gestisce il servizio con dei dati per precisi».

«Il Comitato – ha aggiunto poi Ciarrocchi – vorrebbe il permesso per mettere delle bacheche, da acquistare con i soldi del quartiere, in diversi punti del quartiere in modo da rendere pubbliche sia le nostre comunicazioni che le comunicazioni del Comune. Inoltre sarebbe utile una cassetta dove poter imbucare suggerimenti ed osservazioni per l’amministrazione».

Il sindaco ha affermato: «Se ritenete che le bacheche siano importanti il permesso verrà dato, però secondo la mia opinione oggi tutti i cittadini possono comunicare con il Comune attraverso internet. Potreste a questo punto creare un sito internet di tutti e cinque i quartieri, in modo da essere sempre in contatto».

Per quello che riguarda la richiesta da parte del quartiere di usufruire del bus navetta gratuito, che transita in determinati giorni nelle contrade di Cupra ed effettua servizio di trasporto fino in centro, l’assessore al Servizi Sociali presente in sala, Anna Maria Cerolini, ha confermato che «il piccolo bus passerà in questa zona il sabato, stiamo solo aspettando di sapere con certezza quanti ne usufruiranno e quali punti di raccolta suggerite».

La Cerolini ha colto inoltre l’occasione per far presente ai cittadini, che hanno fatto evidenziato situazioni di bisogno e di disagio di alcune famiglie, i passi realizzati nel settore del sociale: «E vero l’indigenza esiste a Cupra, il primo passo che abbiamo fatto è stato quello di approvare un nuovo regolamento dei servizi sociali che era fermo al 1993. Vi sarà recapitato a casa anche un opuscolo che illustra tutti i servizi sociali a disposizione. Stiamo inoltre cercano di trovare spazi per bambini, giovani e anziani».

«In questo quartiere infatti – è intervenuto Carosi – entro primavera sarà pronta un’area attrezzata con giochi per i bambini e delle panchine».

Ha concluso il sindaco: «Vogliamo cercare di sviscerare i problemi esistenti in ogni zona e vi invitiamo a farceli presente perchè solo così sapremo meglio come e dove intervenire».

Presenti alla serata erano anche l’assessore all’ambiente Marco Malaigia, l’assessore ai Lavori Pubblici Graziano Cognigni, l’assessore al bilancio Susanna Lucidi, i consiglieri Emanuela Lattanzi, Enzo Alesiani e Arnaldo Adami.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 652 volte, 1 oggi)