SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se l’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, nella sua emanazione regionale e provinciale, entrasse come socio azionario nel Consorzio Turistico Riviera delle Palme, potrebbe spianarsi la strada per il riconoscimento formale della Pro Loco di San Benedetto da parte del consiglio comunale.

E’ quanto emerge dall’incontro di martedì fra il sindaco Giovanni Gaspari e alcuni rappresentanti dell’Unpli. A confermare la richiesta di entrare nell’associazione consortile a prevalente capitale pubblico è direttamente il sindaco: «Il loro ingresso come soci sarebbe cosa utile ed è una mia richiesta esplicita, lo sviluppo del turismo e delle iniziative di accoglienza ha bisogno del contributo di tutti e il Consorzio è il grande contenitore in cui questo dialogo può avvenire».

Che l’entrata nel Consorzio da parte dell’Unpli sia una condizione necessaria per il riconoscimento della Pro Loco sambenedettese è una interpretazione che diamo noi, perchè il sindaco su questo non si esprime. Appare logico che se si verificasse questo avvicinamento fra amministrazione Gaspari e realtà delle Pro Loco, potrebbero essere superati i contrasti recenti fra il sindaco e la giunta da una parte e il presidente della Pro Loco sambenedettese Marco Calvaresi dall’altra. Calvaresi che da parte di Gaspari è stato più volte criticato con l’accusa di una certa connotazione politica ostile nelle polemiche lanciate anche recentemente contro l’amministrazione comunale.
Da parte sua, il presidente della Pro Loco preferisce non esprimersi in merito all’incontro fra sindaco e Unpli, al quale non era presente. Attende le decisioni dell’associazione delle Pro Loco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 596 volte, 1 oggi)