ALBA ADRIATICA – Arrestata per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio Maria Levakovic, 53 anni, parente dei due rom coinvolti nell’omicidio di Emanuele Fadani. La donna è stata sorpresa dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Alba Adriatica, nella mattinata di martedì 24 novembre, mentre prelevava da un terreno un involucro sotterrato contenente un ingente quantitativo di droga.

Le manette ai polsi sono scattate poco prima di mezzogiorno, al termine di una serie di appostamenti che i militari dell’Arma avevano avviato per tenere sotto controllo la nomade, che abita in via Bafile, a pochi passi dall’abitazione della famiglia di Elvis Levakovic. In mattinata la rom è stata vista uscire di casa con in mano un sacco della spazzatura. Si è recata in un terrapieno poco distante dal quartiere, ha scavato una buca e lo ha sotterrato. Dopo una mezzora è tornata a riprenderlo, e a questo punto i Carabinieri, che avevano intuito il contenuto della busta, l’hanno arrestata. La donna aveva infatti nascosto sottoterra 25 involucri termosigillati da un grammo ciascuno di eroina purissima, che poi in un secondo tempo sarebbe stata confezionata in dosi. Da una prima ricostruzione dei Carabinieri, la rom sarebbe tornata in un secondo momento per prendere una parte degli involucri da vendere a seguito di un ordinativo ricevuto, ma i militari l’hanno bloccata in flagranza di reato. La nomade, condotta presso la caserma di Alba Adriatica, dopo le formalità di rito è stata condotta nel primo pomeriggio nel carcere di Castrogno. La Levakovic era già stata precedentemente arrestata nel 2008 per lo stesso reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

In base alle ultime operazioni condotte dalle forze dell’ordine che hanno interessato negli ultimi giorni numerosi nomadi di Alba Adriatica, è stato constatato che il quartiere rom della città, rimasto deserto a seguito degli scontri dopo l’omicidio di Emanuele Fadani, si sta lentamente ripopolando, e molti avrebbero ripreso le attività illecite.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.125 volte, 1 oggi)