SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un bel piatto va servito con un altrettanto gustoso antipasto: ecco che Italia-Isole Samoa di rugby, in programma sabato 28 novembre al Del Duca di Ascoli (probabilmente si supereranno i 20 mila spettatori), viene anticipato a San Benedetto con il premio “Una vita per il rugby”, che si svolgerà nella giornata odierna, 24 novembre a partire dalle 18,30, all’auditorium Tedaldini.
Organizzato dall’Amministrazione comunale con il contributo delle società rugbistiche sambenedettesi, la cerimonia vedrà riconosciuti due premi a Pierluigi Camiscioni e Giambattista Croci, due ex atleti sambenedettesi che hanno vestito la maglia della Nazionale italiana di rugby portando alto il nome della città in Italia e sui campi di mezzo mondo.

Parteciperà alla cerimonia, in rappresentanza della nazionale di rugby che si sta preparando in città l’incontro di sabato, Alessandro Troncon, oltre 100 presenze in Nazionale e oggi assistente dell’allenatore della Nazionale Nick Mallett.

Nell’occasione il Comune presenterà alla città e agli appassionati il progetto del nuovo campo di rugby che sorgerà in zona Santissima Annunziata.

Il mondo del rugby è particolarmente impegnato anche in operazioni di carattere sociale e domani pomeriggio la sezione Admo (Associazione donatori di midollo osseo) di San Benedetto e Grottammare sarà presente con uno stand allestito all’ingresso dell’Auditorium per promuovere la donazione del midollo: testimonial nazionali dell’Admo sono infatti i famosi fratelli Mauro e Mirco Bergamasco “campioni nel rugby, donatori nella vita” mentre l’Admo conta tra i suoi 600 iscritti anche due donatori effettivi che sono stati giocatori di rugby: tra essi il sambenedettese Pierpaolo Spina che ha giocato in serie A con il Viadana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.414 volte, 1 oggi)