SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Confermato: Samb-Fermana si disputerà alla presenza dei soli 1414 abbonati. Nella mattinata di lunedì si è svolto l’incontro, presso la Prefettura di Ascoli Piceno, tra i rappresentanti delle forze dell’ordine (il vice questore dottoressa Marchetti, l’assessore Romagnoli in rappresentanza del Comune di Fermo, l’assessore Edo Fanini per San Benedetto, i presidenti di Fermana e Samb Chiodini e Spina, accompagnato dal dirigente Pignotti, e il presidente vicario della Figc Marche Ivo Panichi).
Non c’è stato verso di convincere la Prefettura, nonostante le rassicurazioni della società e dell’assessore Fanini, a modificare la decisione del Casms. Evidentemente i fatti avvenuti prima di Samb-Fermana sono stati tali non solo da far temere il loro ripetersi (da qui una misura di costrizione), ma anche da infliggere una decisione punitiva verso chi non è abbonato.
La società, ad ogni modo, esorta gli abbonati ad essere presenti e ad incitare la squadra protesa verso la conquista della prima posizione.

«Il Presidente Spina non ha dubbi che sarà una grande giornata di sport e servirà a ricreare la giusta serenità per poter fare in modo che per il futuro anche gli organi competenti possano avere la possibilità di consentire un ritorno alla normalità rispetto all’accesso alle gare della Samb» ha scritto in una nota la società rossoblu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.667 volte, 1 oggi)