TABELLINO Sigma Coatings Montegranaro-Scavolini Spar Pesaro: 73-57

SIGMA COATINGS MONTEGRANARO: Hite 2, Antonutti, Cavaliero 7, Marquinhos 19, Filloy 2, Maestranzi 15, Lupetti ne, Lechthaler 5, Cinciarini 7, Ongenaet ne, Brunner 4, Ivanov 12. All. Frates

SCAVOSPAR PESARO : Green 7, Sakota 2, Tomassini 0, Van Rossom 16, Hicks 5, Tortù ne, Flamini 3, Gjinai ne, Amici ne, Shaw 0 Williams 24, Cinciarini 0. All. Dalmonte

Arbitri: Cicoria, Martolini, Barni

Note: parziali 27-11, 36-32, 57-50. Tiri da due Montegranaro 19/42, Pesaro 19/38; tiri da tre Montegranaro 6/17, Pesaro 4/23; tiri liberi Montegranaro 17/21, Pesaro 7/11; rimbalzi Montegranaro 39, Pesaro 36; assist Montegranaro 5, Pesaro 6.

Uscito per cinque falli: Sakota (P)

Spettatori: 3500

PORTO SAN GIORGIO – Troppo importante il derby marchigiano del basket che ha visto, per l’ennesima volta, affrontarsi la Vuelle Pesaro e la Sutor Montegranaro e, per l’ennesima volta, ha visto trionfare quest’ultima, la ex Cenerentola delle Marche. Il fattore “Importanza” è dato senz’altro dal fatto che Pesaro si presenta alla settima giornata di campionato a zero punti (senza aver quindi ancora vinto una gara) e che Montegranaro, a quota 4 punti, sta cercando di trovare un’identità di gruppo, lavorando sui lati deboli.

Dopo un primo quarto, che vede la Sigma Coatings a + 16, con un gioco ricco di emozioni e buona difesa contro un Pesaro un po’ spaesato, si arriva alla chiusura del secondo parziale con un -4 della Scavospar che fa temere.

I primi dieci minuti scorrono quasi in scioltezza con un Marquinhos strepitoso che va subito in doppia cifra con 4 canestri e due triple e il lavoro a due dei play Maestranzi e Cinciarini sui pick ‘n roll. Da sottolineare anche l’ottimo apporto della difesa e il recupero delle palle (10 per Montegranaro contro i 4 di Pesaro). Il risultato è di 27 a 11.

Nel secondo quarto, invece, gli ospiti ritrovano il loro assetto, riorganizzano la difesa e puntano tutto sull’immarcabile Williams, il loro pilastro nell’area che, inamovibile, piazza canestri importantissimi per bloccare la volata della Sigma Coatings. Le due squadre arrivano così all’intervallo lungo con Pesaro ad una manciata di punti da Montegranaro (36-32).

Nel secondo tempo, la Scavolini tenta di portarsi in parità senza mai riuscirvi. A frustrare gli atleti ospiti sono senz’altro le due triple su pick ‘n roll di Maestranzi, la seconda delle quali fa dondolare la retina a metà quarto sul 50-40. E non bastano i canestri di Van Rossom e Green ad appaiare la Sutor: il parziale si chiude con la tripla di Cavaliero che fa segnare 57-50 sul tabellone.

Nell’ultimo quarto la difesa e le marcature della squadra di casa sono talmente efficaci che i Pesaresi restano a quota 50 fino al quarto minuto e mezzo di gioco, quando una tripla di Flamini non entra a dare un po’ di speranza alla squadra (64-53). Purtroppo per loro è ben poca cosa, visto il prosieguo della gara: 73-57. Montegranaro porta a casa la vittoria e due importanti punti, che andranno -si spera!- a calmare un po’ gli animi di alcuni sparuti e inopportuni contestatori che, durante la gara, non hanno avuto altro da fare che andare ad insultare i giocatori sutorini per la grave colpa di essere stati sempre, nel punteggio, davanti a Pesaro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.080 volte, 1 oggi)