SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «L’uscita di Gaspari? Grottesca e in malafede». Daniele Primavera passa al contrattacco e risponde al sindaco sambenedettese, che sabato scorso aveva dichiarato di non considerare ancora bocciato da parte della Regione il Piano di Spiaggia. Il primo cittadino “consigliava” inoltre all’esponente di Rifondazione Comunista di «non entrare a gamba tesa in un tavolo non di competenza del Consiglio Comunale». Un’affermazione poco gradita da quest’ultimo, che proprio a tal proposito ha voluto mostrare un documento nel quale la stessa Conferenza dei Servizi suggeriva la convocazione di una Commissione Consigliare Urbanistica.

«Mi spiace non sia stato più prudente», sbotta Primavera. «Con quelle parole mente sapendo di mentire, dato che dal documento si evince chiaramente che il demanio aveva chiamato in causa anche i politici locali».

Tornando infine al Piano di Spiaggia, il consigliere non evita un’ulteriore stoccata alla maggioranza: «Si è verificato quello che avevamo annunciato. Il rifiuto della Regione è evidente, se poi Gaspari definisce di “parere favorevole” sette pagine di rilievi, significa che possiede un’idea di approvazione abbastanza ampia».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)