Martedì in edicola su Riviera Oggi dettagliato servizio fotografico a colori di tutte le squadre giovanili presenti all’inaugurazione del Campo Europa e pubblicazione di alcune foto storiche del calcio sambenedettese
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Campo Europa, un amore che si fa rinnovato. È stato inaugurato, nella mattinata di domenica 22 novembre, il nuovo manto sintetico che sostituisce il precedente e famoso “terriccio” sul quale migliaia di bambini e ragazzi sambenedettesi, e non solo, hanno dato i primi calci al pallone.
L’impianto “Giulio Merlini” si presenta ora con un terreno di gioco rialzato, sempre di 60 per 100 metri, un nuovo e più potente impianto di illuminazione, oltre ad un manto in erba sintetica e una fascia circostante, per gli esercizi di riscaldamento. Il tutto per una spesa di 450 mila euro, 200 mila dei quali a carico del Comune, il resto coperti dalla società Mariner, che per 10 anni gestirà la struttura.
Le prime parole del sindaco Gaspari, dopo il taglio del nastro, sono state un omaggio al prof. Alessandro Costatini Brancadoro, luminare della medicina scomparso poche ore prima, insignito nel 2005 del premio Truentum. Il sindaco ha quindi indirizzato ringraziamenti all’assessore allo Sport Fanini, agli uffici e ai tecnici comunali che hanno seguito la pratica (tra cui l’instancabile Mario Palanca), dalla progettazione alla gestione, e alla Italgreen, la ditta che ha effettuato i lavori, completandoli con qualche anticipo rispetto ai tempi previsti.
Il sindaco era affiancato dal vice Antimo Di Francesco, dall’assessore allo Sport, dall’assessore regionale al Piceno Donati, dall’assessore provinciale al Turismo Gabrielli, dal vescovo Gestori, da Franco Sciocchetti della società Mariner, dall’imprenditore Orlando Marconi, e naturalmente da centinaia di ragazzi delle varie società calcistiche cittadine, oltre che da molti rappresentanti della Sambenedettese Calcio: l’allenatore Ottavio Palladini, il suo vice Francesco Chimenti, l’ex presidente Ferruccio Zoboletti, l’ex rossoblu Alfiero Caposciutti.
Proprio Ottavio Palladini ha dato l’ideale “calcio d’inizio” alle attività che si svolgeranno al campo Europa d’ora in avanti, a cominciare dalle mini-partite dimostrative che sono seguite alla benedizione del vescovo Gestori. Agraria Club, Mariner, Oasi Santa Maria, Porto d’Ascoli, Polisportiva Ragnola, Sambenedettese, Torrione, Vit Samb Giovane, sono le squadre che normalmente utilizzano l’impianto, oltre alle scoeità dilettantistiche come Sentina Clacio, Molo sud, River, Real Team, F.lli Ballarin.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.308 volte, 1 oggi)