SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Qual è il budget della Regione per sostenere la cassa-integrazione?» Lo chiedono i dipendenti della Foodinvest che, sempre più preoccupati per il loro futuro, tornano ad alzare la voce.

«A noi risulta che ci siano a disposizione 40 milioni di euro, più altri 10 stanzianti dallo Stato che, a sua volta, ne attinge una parte dai fondi europei. Vorremmo sapere per cosa e in che modo Spacca ha stanziato realmente i fondi».

I lavoratori chiamano poi in causa Sandro Donati, nominato assessore proprio dal governatore per affrontare e gestire la difficile situazione del Piceno, ma a quanto pare ancora avaro di concrete risposte in merito: «Desideriamo dei riscontri dettagliati e chiari da questi “dipendenti” che noi abbiamo delegato. Li abbiamo scelti affinchè ci rappresentassero e fossero intermediari tra noi e la soluzione dei nostri problemi».

Non manca infine un polemico commento alla “vicenda Hoffman”: «Quando nelle famiglie sulla soglia della povertà manca il pane non ci si trastulla con il cinema».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 782 volte, 1 oggi)