TERAMO – Sabato 28 novembre torna puntuale la Colletta Alimentare, la raccolta di cibo per i poveri presso numerosi punti vendita, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare e Compagnia delle Opere Sociali, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio del Segretariato Sociale della Rai e della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, e in collaborazione con la Società San Vincenzo de’ Paoli e l’Associazione Nazionale Alpini. L’evento sarà presentato a Teramo sabato 21 novembre 2009 alle 18 presso il Centro Servizi per il Volontariato di Teramo, in località Piano d’Accio.

Tanti e qualificati i relatori che parteciperanno all’incontro “La carità cambia la vita”, promosso dal Banco Alimentare e dal Banco di Solidarietà di Teramo: Luigi Nigliato, presidente del Banco Alimentare dell’Abruzzo, Giannicola Scarciolla, referente della Colletta Alimentare a Teramo, Fabio Ciammaricone, giovane volontario, Mauro Ettorre, presidente del Banco di Solidarietà di Teramo Onlus. Le conclusioni saranno a cura di monsignor Michele Seccia, arcivescovo di Teramo-Atri.

Come ogni anno, il Banco Alimentare propone a quanti parteciperanno alla Colletta un testo che spiega il significato del gesto. Il testo per il 2009 è: «La confusione e lo smarrimento, in questo tempo di crisi, sembrano diventati lo stato d’animo più diffuso tra la gente. Imbattersi, però, in volti lieti e grati, per la sorpresa di essere voluti bene, scatena un desiderio e un interesse che trascinano fuori dal cinismo e dalla disperazione. Per questo anche quest’anno proponiamo di partecipare alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, perché anche un solo gesto di carità cristiana, come condividere la spesa con i più poveri, introduce nella società un soggetto nuovo, capace di vera solidarietà e condivisione del destino dei nostri fratelli uomini».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 778 volte, 1 oggi)