ACQUAVIVA PICENA – Si è svolto domenica scorsa con grande successo, in occasione della IV Giornata della Storia, l’incontro-dibattito denominato “Acquaviva nel XII secolo, città abitata o presidio militare?”

L’iniziativa, organizzata dall’associazione Palio del Duca “Sponsalia”, ha visto importanti relatori, tra cui la dottoressa Laura Ciotti dell’Archivio di Stato di Ascoli Piceno, che ha citato fonti storiche sui rapporti tra la stessa Ascoli e Acquaviva.

La dottoressa Franca Tacconi ha poi esposto una relazione su Federico II “stupur mundi” e si è soffermata sul matrimonio tra Forasteria figlia di Rinaldo degli Acquaviva e Rinaldo dei Brunforte, nipote di Fildesmino signore di Sarnano  e vicario di Federico II. Un’unione questa avvenuta nel 1234, altamente strategica e capace di rafforzare la presenza di Federico II nel Piceno.

L’ingegnere Maurizio Medori ha inoltre stupito il numeroso pubblico presente citando fonti storiche tra cui la partecipazione di Rinaldo, condottiero tedesco al servizio di Federico Barbarossa, il nonno di Federico II,  alla terza Crociata del 1185 e, con le proprie navi alla successiva guerra contro l’Imperatore d’Oriente nel 1195. Rinaldo, nell’atto di investitura dei feudi della moglie Foresta D’Aragona, divenne Signore di Atri, Cantalupo, Forcella, Castelvecchio (Terre negli Abruzzi). Ebbe, in premio di fedeltà, anche un lembo sperduto, costituente la Terra di Acquaviva e si impegnò a difendere il suo territorio dagli attacchi dei saraceni. Da questo luogo ricco di foreste e di numerose sorgenti di acqua la dinastia di Rinaldo prese il suo nome, Rinaldo Di Acquaviva.

A concludere l’incontro è stato lo storico Gabriele Cavezzi, che ha  portato il suo prezioso contributo citando le fonti storiche inerenti il territorio acquavivano.

L’Associazione Palio del Duca pubblicherà gli atti di questo incontro e degli altri: “Federico II e il Piceno” e “La Fortezza di Acquaviva, un matrimonio con la Storia”.

E’ stato annunciato infine il ritorno di “Vivere la storia da protagonisti” organizzato dall’associazione per il Palio dei Bambini. L’evento, realizzato in collaborazione con l’Istituto Scolastico Comprensivo di Acquaviva Picena e Monsampolo del Tronto, sarà aperto a tutti i ragazzi e si terrà all’interno delle scuole durante l’orario delle lezioni. I partecipanti presenzieranno al Palio 2010 come figuranti o musici e alla fine dell’anno verrà loro assegnato un punteggio di credito formativo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 529 volte, 1 oggi)