ASCOLI PICENO – Dopo Manuli e Ahlstrom, è la volta della B&B Italia, ennesima azienda del territorio che si appresta a chiudere i battenti.

I lavoratori hanno respinto l’abbozzo di accordo presentato da Cgil, Cisl e Uil, nel quale i sindacati avevano raggiunto un’intesa che prevedesse, oltre i due anni di cassa integrazione straordinaria (1+1), anche incentivi all’esodo che si attestassero intorno agli otto mila euro per ogni dipendente.

Proposta bocciata da parte della maggioranza degli operai, seppur di poco (36 voti contro 30).

I sindacati proveranno a riaprire il tavolo con l’azienda. Gli operai, intanto, dopo aver annunciato uno sciopero ad oltranza, hanno formato una macabra composizione piantando ottanta croci di legno nel giardino antistante la fabbrica.