GROTTAMMARE – L’appello è nato su Facebook ed è dilagato fra privati, associazioni e partiti. Il No-Berlusconi day, a Roma il 5 dicembre, è una manifestazione organizzata perché, come spiegano i promotori, «Berlusconi costituisce una gravissima anomalia nel quadro delle democrazie occidentali» e la sua «concezione proprietaria dello Stato lo rende ostile verso ogni forma di libera espressione come testimoniano gli attacchi selvaggi alla stampa libera, alla satira, alla Rete degli ultimi mesi». Vengono poi ricordati «i suoi rapporti con mafiosi del calibro di Vittorio Mangano o di condannati per concorso esterno in associazione mafiosa come Marcello Dell’Utri».

Su Facebook sono diversi i gruppi e moltissime le adesioni, particolarità è la creazione di gruppi, oltre che per cittò diverse, anche per Stati diversi, come Chigago, Ginevra, Bratislava e Washington. I circoli di Rifondazione Comunista di San Benedetto del Tronto e Grottammare, in collaborazione con singoli cittadini di altre associazioni o indipendenti, organizzano per il 5 dicembre un pullman per il “No-Berlusconi Day”.

Per prenotarsi è possibile rivolgersi, dopo le 19, a Lorenzo Rossi (388-9427958) o a Gabriele Marcozzi (320-3096739). Oppure scrivere una mail, indicando nome e cognome dei prenotanti, a prcgrottammare@hotmail.com

«Per Rifondazione – spiegano i segretari di circolo – sarà l’occasione per portare in piazza anche contenuti dell’opposizione sociale, contestando la pessima gestione della crisi economica e occupazionale italiana da parte di un Governo attendista e demagogo. Inoltre il 5 dicembre sarà l’occasione per protestare contro la privatizzazione dei saperi pubblici (scuola e università) e dei beni comuni».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.189 volte, 1 oggi)