ASCOLI PICENO – È in corso a Roma il vertice della Fao sulla sicurezza alimentare. Un momento non solo di riflessione ma anche di definizione di impegni precisi per affrontare il dramma del miliardo di persone che soffrono la fame.

Per ricordare che il Piceno ha lavorato per questa causa, interviene a proposito l’ex assessore provinciale Ubaldo Maroni, che afferma: «Nel suo piccolo anche l’Amministrazione provinciale di cui facevo parte tentava di aiutare queste popolazioni attraverso il progetto che chiamammo “Otto per mille per l’edilizia scolastica”».

«Questa iniziativa – spiega Maroni – consisteva nel mettere da parte una piccola quota delle somme a disposizione per le ristrutturazioni o gli ampliamenti degli istituti superiori provinciali da destinare alla realizzazione di scuole in paesi in via di sviluppo. Abbiamo così costruito due scuole in un villaggio dell’Etiopia».

Conclude l’ex assessore: «Mi piacerebbe che la nuova amministrazione provinciale continui a destinare piccole somme “ritagliate” negli stanziamenti per i lavori pubblici per dare strutture scolastiche, convitti, refettori a chi studia in condizioni incredibili, spesso sotto un albero».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 404 volte, 1 oggi)