ANCONA – «È bastato un giorno di permanenza nelle Marche per avere conferma, se qualcuno ne sentiva ancora il bisogno, che la scelta di avere Dustin Hoffman come testimonial della nostra regione è stata appropriata». Ad affermarlo è il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca che dichiara il suo totale appoggio alll’iniziativa.

«L’attore americano – prosegue il presidente – non solo ha catalizzato l’attenzione dei media nazionali e internazionali proiettando le Marche su una ribalta di livello mondiale, ma soprattutto si è dimostrato l’uomo giusto, al di là del personaggio, per incarnare i valori che più rappresentano i marchigiani».

Sottolinea Spacca: «Hoffman sta infatti esibendo un carattere forte e volitivo nelle riprese che sta girando, nella volontà di fare al meglio la sua parte, nell’attenzione al dettaglio. Allo stesso tempo l’attore, nel contatto umano con i numerosi fans che nel corso di queste ore lo hanno incontrato, si è donato in modo semplice e aperto, senza atteggiamenti da divo e con la massima disponibilità. Insomma il colpo di fulmine per le Marche che già lo colpì 37 anni fa, si è ripetuto».

«Lui stesso nella giornata di oggi – fa sapere il presidente – uscito entusiasta dal Palazzo Ducale di Urbino, ha dichiarato più volte che racconterà a tutti i suoi amici americani quali bellezze ha visto nelle Marche. L’auspicio è che Hoffman diventi per noi da semplice testimonial un vero e proprio ambasciatore della nostra terra nel mondo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 515 volte, 1 oggi)