GIULIANOVA – Sono entrati in un bar e hanno cominciato ad infastidire i presenti gridando e facendo schiamazzi. A pochi giorni dall’omicidio di Fadani e nonostante i ripetuti appelli a placare le tensioni fra comunità rom e cittadinanza, alcuni nomadi nella notte di sabato 14 novembre si sono resi protagonisti di una notte brava a Giulianova, presso un bar della zona centrale del Lido. Un gruppo di sei rom sono entrati nel locale facendo schiamazzi, e avrebbero iniziato anche a sfidarsi a braccio di ferro, accompagnando le sfide con urla sempre più concitate e sono volate anche offese. Nel locale erano presenti diversi clienti e sono stati chiamati i vigilantes in servizio d’ordine, ma non sono riusciti a riportare la calma. Sono intervenute allora due pattuglie dei Carabinieri ed una della Polizia stradale. Il gruppo di rom è stato così allontanato e il bar ha potuto chiudere i battenti. Il gestore avrebbe dichiarato che il suo locale è stato vittima già di una precedente incursione spavalda lo scorso 6 novembre, sempre ad opera di rom, questa volta  provenienti da Pescara: ubriachi si sono introdotti nel bar cominciando ad infastidire i clienti. A nulla sono valsi gli interventi del titolare, che sarebbe stato apostrofato con parole pesanti. Ancora una volta la situazione sarebbe stata riportata alla calma dall’intervento delle forze dell’ordine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.377 volte, 1 oggi)