GROTTAMMARE – Quattordici appuntamenti con la letteratura, un percorso di lettura guidata alla biblioteca comunale. Sono gli appuntamnti del Lunedì d’autore, alla sua seconda edizione, ricca e ampliata nel numero degli appuntamenti e dei match fra autori, anche grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

«È una rassegna importante – spiega l’assessore Piergallini – che è riuscita a sottrarre pubblico alla televisione in un giorno “strano” della settimana, il lunedì. Per questo era ecessario un rafforzamento. Il successo di pubblico conferma che Grottammare è per la cultura di ricerca e l’innovazione».

«Lavorare intellettualmente – sottolinea Gino Troli, sia come rappresentante della Fondazione, come anche protagonista  della rassegna – è l’unico lavoro vero che ci è rimasto: spesso si ricorre alle letture, alla creatività per rendere meno scontate le nostre gironate. Grottammare, in questo senso, è un luogo in cui si sta bene, per la sensibilità dell’amministrazione e per aver creato i luoghi».

Diverse le tipologie di appuntamenti, esposte da Lucilio Santoni, che vanno da serate in cui si riprende il tema della stagione teatrale del teatro delle Energie, ovvero la famiglia ed il rapporto padre/figlio, come anche dell’attualità con Pino Corrias, giornalista de Il Fatto, ed ancora con la Agnoli, e l’esperienza della biblioteca San Giovanni di Pesaro, considerata una delle migliori in Italia.

Ed ecco gli appuntamenti, tutti presso la sala conferenze della biblioteca Rivosecchi, dalle 21,30 ad ingresso gratuito. Il primo è per lunedì 16 novembre con Antonio Tricomi e “Il padre negato, viaggio intorno a Pier Paolo Pasolini”.

Si prosegue il 30 novembre con Stefano Sanchini e Davide Nota, due autori marchigiani, con “Giovani poeti marchigiani”. Il 14 dicembre appuntamento con Antonella Agnoli e le “Piazze del sapere. Biblioteche e libertà”.

Anno nuovo, l’11 gennaio con Maria Lenti in “Cambio di luci”, l’ultima raccolta della poetessa urbinate, mentre il 25 gennaio con Lucilio Santoni ed un altro appuntamento che si ricollega alla stagione teatrale grottammarese “Tu quoque, Brute, filii mi”.

L’8 febbraio l’incontro sarà con Francesco Tranquilli e “Blackout”, mentre il 1° marzo marzo Gino Troli terrà una conferenza musicale e visiva “Da Baudelaire ai Baustelle”. Il 15 marzo Enrico D’Angelo ci parlerà di “Smerilliana, una rivista letteraria di qualità” ed il 29 marzo Simone Gambacorta di “Short Rewiews, note minime di un cronista letterario”.

Due gli appuntamenti ancora con data da definire, ma che si terranno presumibilmente nei mesi di febbraio/marzo, il primo con Edoardo Albinati e “Tutt’al più muoio”, il libro realizzato con l’attore Filippo Timi, e l’incontro con il giornalista Pino Corrias con “Vita di un anarchico” e “Vicini da morire”.

Quest’anno sono quattro i match poetici, improvvisazioni letterarie in cui il pubblico potrà decretare il vincitore: il 12 aprile Lucilio Santoni e Maria Grazia Rispoli, il 26 aprile Gino Troli e Gilberto Santini, il 10 maggio Giarmando Dimarti e Allì Caracciolo ed infine il 24 maggio con Antonella Roncarolo ed Enrica Loggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 898 volte, 1 oggi)