TERAMO – Netta condanna dell’omicidio di Alba Adriatica e richiesta di una pena esemplare per i responsabili: Nazareno Guarnieri, presidente regionale dell’associazione RomSinti, nell’incontro avuto venerdì mattina con il presidente della Provincia di Teramo Catarra e il vicepresidente Rasicci, ha assicurato tutto il suo impegno nel collaborare con le istituzioni e a cercare di calmare gli animi e uscire dal clima di tensione sociale che si respira sul territorio.

«Invito tutti alla calma – ha affermato – ad abbassare i toni e ad emarginare i soggetti che si macchiano di violenza».

«Oggi dobbiamo piangere tutti per la perdita di questa vita umana – ha affermato il presidente Catarra – e domani dobbiamo lavorare tutti perché non accada più. La Provincia, in questo senso, è al fianco dei sindaci alle prese con problemi quotidiani molto più grandi loro e, in alcuni territori, con un crescente fenomeno di degrado sociale che non può essere ignorato».

Catarra ha chiesto a Guarnieri il contributo dell’associazione per un ritorno «alla normalità e alla legalità» e si è augurato che la Provincia, i sindaci, i rappresentanti del Governo e delle Forze dell’Ordine, associazioni di cittadini e associazioni della comunità Rom si possano sedere attorno ad un tavolo per studiare insieme misure che aiutino ad affrontare il problema «dialogando, confrontandosi e anche scontrandosi, laddove è necessario, ma trovando una soluzione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.053 volte, 1 oggi)