RIPATRANSONE – Squisite eccellenze del Piceno. Squisite eccellenze che ottengono i meritati riconoscimenti. Prendiamo, ad esempio, il vino Ciprea 2008 della cantina Poderi Capecci San Savino. Un Offida Pecorino Doc che ha ottenuto il riconoscimento dei 3 bicchieri da parte del Gambero Rosso, il che è di un evento unico nella storia della viticoltura marchigiana. Mai nessun vino proveniente da un vitigno Pecorino regionale, infatti, aveva ottenuto il massimo riconoscimento dal prestigioso Gambero Rosso: il Ciprea 2008 però, grazie alla sua riconosciuta pienezza e all’eleganza con cui viene assaporato dal palato, ha ricevuto i massimi consensi. Il nome Ciprea, inoltre, fa omaggio all’antica civiltà dei Piceni e all’uso che veniva fatto delle conchiglie come ornamento.
Per i Poderi Capecci San Savino si tratta di un riconoscimento che premia anni di ricerca e sperimentazione proprio sul vitigno Pecorino: già nel quadriennio 1992-96 e in collaborazione con l’Assam (Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche) l’azienda, prima fra tutte a livello nazionale, aveva iniziato una sperimentazione sul vitigno Pecorino innestando piante pre-filossere, franco di piede, riprese dalla loro zona di origine, nel territorio di Arquata del Tronto. In questo modo Poderi Capecci ha saputo coniugare la tradizione enologica picena con le innovazioni tecnologiche, riuscendo, alfine, ad ottenere il prestigioso risultato.
In un momento segnato ovviamente dalla difficile crisi economica che non risparmia di certo aziende e lavoratori del Piceno, il successo del Ciprea 2008 rappresenta una buona notizia che è nostro piacere diffondere, e che comunque non è un caso isolato nel ricco tessuto vitivinicolo marchigiano e piceno. Basti pensare alle sempre più frequenti affermazioni del Verdicchio anche a livello mondiale, ma anche al crescente interesse nazionale ed internazionale per il vitigno Pecorino.
«Questo è secondo noi un nuovo punto di partenza per l’enologia picena – afferma con comprensibile orgoglio Domenico Capecci, titolare dei Poderi Capecci – Proprio in questo periodo di crisi economica è importante che “qualcuno” si accorga che anche le Marche esistono ed hanno le risorse giuste per potersi affermare in un contesto globale. Il nostro pecorino Ciprea è stato realizzato grazie alla dimora sui nostri terreni in cui qualità, sole e la nostra passione non sono mai venute meno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.975 volte, 1 oggi)