SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella sede della Confcommercio di San Benedetto si è svolto il 3 novembre un incontro mirato a creare convergenze tra l’assessore provinciale al Turismo Bruno Gabrielli e i gestori di attività turistiche.

Emerge, sempre di più, il malcontento degli operatori turistici rappresentati dalla Federalberghi e dalla Confcommercio, riguardo certi enti istituzionali che sarebbero «da bocciare» per inefficienza.

Al Sistema Turistico Locale Piceno (STL piceno), il Consorzio Turistico e i Comuni, mancherebbero organizzazione, informazione, un utilizzo utile e produttivo dei fondi. Le strutture turistiche locali non sono adeguate alla ricezione, secondo Maria Angellotti, responsabile di sede della Confcommercio: «Il personale non è adeguatamente formato, c’è carenza di servizio da parte dei camerieri che non conoscono le regole fondamentali dell’accoglienza» Secondo Fausto Calabresi, da anni rimarrebbe inascoltata la richiesta di potersi caratterizzare per tipicità enogastronomiche ed artigianato alla pari dei piccoli Comuni umbri o toscani. Luciano Pompili, presidente della Federalberghi, punta il dito anche sui problemi dei trasporti urbani, pochi e mal pubblicizzati, e sollecita la creazione di un evento, costante nel tempo, per la promozione del Piceno.

Gabrielli, reduce dalla fiera del turismo “Travel Trade Italia” a Rimini, afferma di aver preso contatti con 50 operatori turistici le cui richieste, tra le quali la presenza di un campo da golf, verranno valutate dalla Provincia. «Il primo obiettivo nostro è mettere in rete un elenco di servizi, una vetrina che il luogo offre ai turisti» continua l’assessore «si potrebbe poi pensare ad un corso di formazione di quattro settimane per gli addetti al turismo». Gabrielli mette in luce anche il problema della viabilità della città, garantendo l’impegno per l’immediata realizzazione del sottopasso in via Pasubio per evitare in futuro la formazione di file in prossimità della tratta Ascoli-San Benedetto che tra l’altro verrà elettrificata al più presto.

«Mancano interventi da troppi anni. Ci vediamo a novembre del 2010», interviene un presente, invitando l’assessore a rispettare gli impegni presi entro un anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 561 volte, 1 oggi)