ASCOLI PICENO – Danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Con queste accuse D.F., donna marocchina 40enne è stata arrestata e si trova attualmente nel carcere femminile di Castrogno.

Ma ecco i fatti. Nella frazione di Piattoni, a Castel di Lama, una signora stava portando a spasso il proprio cane quando, senza alcun motivo, è stata aggredita verbalmente e fisicamente da un’altra donna.

Quest’ultima, dopo averla percossa con calci e pugni l’ha afferrata per il collo e la sbatteva con violenza contro le inferriate di un cancello. L’aggredita, pur dolorante, è riuscita a liberarsi dalla presa e a fuggire per cadere poi di nuovo a terra poco lontano dal luogo dove è accaduto il fatto.

Sul posto è ubito intervenuta una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico diretto dal vice questore Filippo Stragapede. La vittima dell’aggressione ha riferito l’accaduto agli agenti mentre molti testimoni presenti hanno fornito una dettagliata descrizione della donna che ha provocato l’aggressione.

Gli uomini della Polizia si sono quindi recati a casa di quest’ultima, trovandola in evidente stato di agitazione tanto che, oltre a rifiutarsi di dare le proprie generalità, ha iniziato ad insultare pesantemente i poliziotti.

Una volta giunti in Questura si è ripete la stessa scena con la donna che, in preda ad un vero e proprio raptus, ha continuato ad insultare e, afferrate alcune sedie, ha tentato di scagliarle all’indirizzo degli agenti. Solo dopo un periodo di tempo assai lungo l’assalitrice si è calmata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.038 volte, 1 oggi)