ASCOLI PICENO –  Raccoglievano scommesse senza la concessione dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e della licenza di pubblica sicurezza della Questura.

E’ quanto è stato appurato la settimana scorsa dalla Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura. Si tratta di due agenzie della Vallata del Tronto che lavoravano come intermediarie per due società straniere, una maltese e l’altra austriaca.

Nel giro erano coinvolte dieci persone, tutte denunciate, le quali si sono viste chiudere l’attività illegale. Sono state inoltre sequestrate ricevute di giocate ed una somma di 213 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 966 volte, 1 oggi)