SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Dopo il Powerboat e la cassa di colmata potremmo offrire il nostro territorio marino per una battaglia navale senza escusione di colpi». Con questa ironia Massimo Sciarra, Coordinatore delle attività di mare dell’associazione Mare Mosso, introduce l’evento “Bagno di San Martino“, in programma per il prossimo mercoledì 11 novembre. «In realtà – prosegue Sciarra – è davvero insostenibile lo sforzo cui è stato soggetto, in particolare negli ultimi tempi, l’intero ecosistema marino dell’adriatico, nella fascia costiera di San Benedetto. Noi dell’associazione Mare Mosso dunque crediamo fortemente nell’importanza di sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’ambiente marino».

L’iniziativa “Bagno di San Martino” è fissata proprio per Mercoledì 11 Novembre, giorno dedicato al Santo. Alle ore 12 ci si ritroverà presso lo Chalet Da Luigi del lungomare di San Benedetto del Tronto. Si inizierà con la preparazione psicofisica tenuta dall’istruttrice di pilates ed ospeopata Barbara Zizzi, insieme a Stefania Mandozzi, esperta dei massaggio shiatsu. Punto saliente del programma è il bagno a basso impatto: basterà infatti, per essere parte attiva all’evento, immergere, simbolicamente, la parte inferiore del corpo. A tutti i partecipanti verrà consegnata la t-shirt dell’evento.

Definita dagli stessi organizzatori , è volta a sensibilizzare la conoscenza ed il rispetto per il nostro mare, soprattutto attraverso il nuoto, nonchè proporre una nuova iniziativa per la nascita del Parco Marino Piceno.

«Vorremmo dedicare questo evento e questa giornata – incalza il presidente di Mare Mosso Marco Montecchiari – a tutti coloro che hanno perso il proprio lavoro, inteso non solo come fattore economico, ma soprattutto come fatto sociale, di integrazione e partecipazione alla vita della collettività».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)