FERMO – Sono stati convalidati i tre arresti operati nella sera di mercoledì 4 ottobre, in seguito ai fatti avvenuti prima di Fermana-Samb. La convalida, tecnicamente, esprime una valutazione sulla correttezza dell’azione delle forze dell’ordine. Tutti e tre sono stati comunque rilasciati già dopo poche ore, mentre la prima data dell’udienza è stata fissata per il prossimo 11 novembre, su richiesta degli avvocati della difesa.
Ventidue complessivamente le persone indagate, di cui 21 per danneggiamento seguito da incendio (articolo 424 codice penale). Più sfumata la situazione del singolo indagato che non è stato coinvolto negli scontri di viale Trento ma che è stato fermato dai Carabinieri all’ingresso dello stadio con l’accusa di possesso di un coltellino multiuso. Sembra infatti che il suo fermo sia da più parti (e non ci riferiamo solo alla tifoseria sambenedettese che ha assistito all’incontro) considerato eccessivo e dovuto principalmente al clima teso che si era creato prima della partita. Ad ogni modo saranno gli organi competenti, una volta ascoltate le eccezioni delle parti coinvolte, a doversi esprimere in merito a ciascun caso.

Tutti gli indagati sono maggiorenni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.015 volte, 1 oggi)