SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’obiettivo è quello di far entrare in piena attività, il più presto possibile, il PalaRiviera. Per questo il sindaco Giovanni Gaspari ha presentato, venerdì 6 novembre, la struttura alla Borsa del Turismo Congressuale di Roma.

«Da qui – ha commentato – può arrivare un forte impulso alla destagionalizzazione del turismo sambenedettese».

Il sindaco accompagnava Fausto Calabresi, rappresentante della Palacongressi srl, la società che ha completato i lavori in via Paganini, e gestirà la programmazione delle otto sale, alcune delle quali in tre dimensioni, dopo l’ormai imminente apertura.

Nei prossimi giorni il PalaRiviera verrà presentato anche agli operatori congressuali, turistici e agli organizzatori di eventi del Piceno e del versante adriatico.

Gli operatori presenti a Roma sembrerebbero aver mostrato grande interesse per una struttura unica nel centro Italia, specie sul lato orientale, e che si presta ad una attività multiforme (da quella congressuale a quella di intrattenimento) che come noto esercita un richiamo molto forte su importanti fasce di pubblico.

Spiega il sindaco: «In Italia e all’estero la collaborazione tra pubblico e privato è oggi la formula vincente nella pubblica amministrazione, in un clima di correttezza e trasparenza. Lo stesso Palacongressi, costruito con soldi pubblici, non avrebbe avuto un futuro se non con questa soluzione, sia per quanto riguarda il completamento della struttura, sia per la stessa programmazione, che richiede una serie di addetti dotati di una qualificata professionalità».

«Il vantaggio – aggiunge ancora Gaspari – è reciproco per le parti, e soprattutto per la città, che aveva un reale bisogno di un simile centro polifunzionale, sia in chiave turistica, che come fermento scientifico-culturale».

Conclude il sindaco: «Questo è il primo passo affinché possa ripartire anche l’economia legata agli alberghi, che dovranno a loro volta diventare appetibili e mettersi in sinergia con questa nuova struttura».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.019 volte, 1 oggi)