GROTTAMMARE – Ed eccola, la tanto attesa Fiera di San Martino, un preludio per le feste natalizie, una tradizione che ogni anno perpetua per le strade di Grottammare. Una tradizione che nei prossimi anni potrebbe tornare anche ad essere celebrata in tre giorni, come lo era inizialmente, dice l’assessore Carboni.

Riconfermati anche quest’anno i due giorni della fiera, anche se cadono come infrasettimanali. La Fiera di San Martino, infatti, si terrà martedì 10 e mercoledì 11 novembre, con diverse novità. La prima è “Aspettando San Martino con Aureum”, organizzata dall’associazione per il 10 novembre che vedrà spettacoli e musica dalle 19: in Piazza Fazzini si alterneranno due gruppi musicali, i Secondavera Duo ed i Ruspanti della Valdaso, che porteranno sul palco la tradizione del Saltarello marchigiano. A tutti i presenti verrà distribuito vin brulè e la festa si protrarrà fino alle 23.

«Dalle 19 – spiegano alcuni associati di Aureum – i commercianti ed artigiani presenti che vorranno aderire metteranno in atto sconti ed offerte».

«Aureum – afferma l’assessore alle Attività Produttive Carboni – è molto attiva sul territorio, per dare lustro alle attività artigianali e commerciali».

Riconfermata Piazza San Pio come punto di incontro per le associazioni senza scopo di lucro, raccolte fondi e bancarelle solidali. Riconfermata anche la presenza degli Alpini di Acquasanta con degustazione di prodotti tipici come anche confermata la degustazione del vino novello nel Giardino Comunale, con Vinicola del Tesino e Azienda agricola Eredi Palmaroli di Grottammare, Cantina sociale dei colli ripani e l’Azienda agricola Perozzi Camillo di Ripatransone, l’Azienda agricola Ciù Ciù e l’Azienda agricola San Lazzaro di Offida, La Tenuta De Angelis di Castel di Lama, Collevite srl di Monsapolo del Tronto, l’Azienda agricola Cameli irene di Castorano, la Cantina sociale di Castignano e le Cantine Saladini e Pilastro di Spinetoli.

«Quest’anno al Giardino comunale – spiega l’assessore Carboni – è stato istituito un banchetto dell’Ambito sociale 21 per informare i ragazzi sul consumo dell’alcool: lo spazio in questione è molto frequentato da adolescenti. Abbiamo anche invitato le aziende vinicole a non vendere alcolici ai minorenni, vedremo anche di trovare altri sistemi».

Una novità anche per il Chiosco della Pace, a parlarne è Suon Carla Sirch della Consulta per la fratellanza fra i popoli. «Quest’anno abbiamo coinvolto di nuovo le scuole, ma mentre lo scorso anno i bambini poravano dei disegni, quest’anno porteranno dei pezzi di stoffa che loro avrano disegnato a scuola e del filo di lana colorato che porteranno da casa, li cuciremo assieme per fare una grande bandiera che sventolerà alla Marcia per la Pace di Assisi. Attraverso i bambini, che sono sensibilissimi a questi temi, speriamo che anche i genitori possano avvicinarsi alla Pace, perché non esiste solo la guerra».

«È importante distribuire messaggi di pace, fra questo consumismo – asserisce l’assessore alle Politiche della Pace Ada Tassella – per far capire che la pace non è solo un “discorso astratto”».

Infine qualche informazione tecnica. Innanzitutto la deroga per i pubblici esercizi, che possono restare aperti per San Martino anche se per loro potrebbe essere giorno di chiusura. L’assessore Carboni incoraggia l’apertura dei negozi e degli stand fino alle 23 per la gironata del 10 novembre.

Qualche numero: quest’anno la superfice espositiva è di 9 mila 150 metri quadrati, gli spazi espositivi saranno 460, mentre saranno 22 le associazioni no profit presenti in Piazza San Pio, tranne il Chiosco della Pace che sarà situato come gli scorsi anni in Piazza Fazzini, ma aperto soltanto l’11 novembre.

I servizi vedono il bus navetta gratuito da San Benedetto del Tronto che partirà dalla rotonda Ballarin con fermate a chalet Ischia, Ristorante Tropical, Camping Don Diego, residence Le Terrazze e l’Hotel Velia. Da Cupra Marittima invece si parte dal Piazzale della Libertà e le fermate saranno alla pesa pubblica, al Fosso Acquarossa, Ascani e all’ex Hotel Tivoli.

Per i trasporti anche il Trenino Lilipuziano, che collegherà San Benedetto e Cupra Marittima attraverso le piste ciclabili.

Infine i parcheggi: sul lungomare, lungo la linea di transito e fino all’isola pedonale di viale della Repubblica, sul parcheggio presso l’ex piazzale ferroviario e l’area parcheggio lato est del sottopasso ferroviario di via Pertini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.155 volte, 1 oggi)