MARTINSICURO – Interrogati i tre presunti autori dello stupro sulla spiaggia di Martinsicuro nell’agosto 2008. I tre minorenni, accusati di aver abusato sessualmente di una coetanea dopo averla stordita con un particolare cocktail alcolico, sono stati sentiti nell’interrogatorio di garanzia che si è svolto lunedì 2 novembre davanti al gip del Tribunale de Minori dell’Aquila.

I ragazzi (uno di Rieti e due di Martinsicuro) sono arrivati in mattinata nel capoluogo abruzzese dall’Istituto minorile di Roma, dove attualmente si trovano, e sono stati sentiti separatamente per la ricostruzione dei fatti. Al momento i legali degli accusati mantengono il più assoluto riserbo sull’esito degli interrogatori e sullo stato psicologico dei tre giovani. I difensori sarebbero in procinto di presentare istanza di scarcerazione al tribunale del Riesame, o di chiedere in alternativa gli arresti domiciliari.

Il presunto stupro risale ad un anno fa, quando in una sera di agosto i tre giovani dopo aver conosciuto una ragazzina in vacanza a Martinsicuro, la spinsero a bere alcolici fino a provocarne uno stato di semi-incoscienza. La giovane poi sarebbe stata condotta sulla spiaggia dove si sarebbero verificate le violenze. Ai tre minorenni si è risalito a seguito di complesse indagini durate oltre un anno, in cui i Carabinieri di Alba Adriatica in collaborazione con il Tribunale dei Minori dell’Aquila hanno ricostruito la vicenda. Determinante si è rivelato l’intervento degli psicologi che hanno aiutato la minorenne a superare il trauma e a far riemergere nella memoria particolari determinanti per risalire agli autori dei presunti abusi. La ragazza, infatti, pur avendo subito la violenza – attestata anche da referti medici – aveva un ricordo confuso della serata, a causa dello shock subito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.170 volte, 1 oggi)