SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel pomeriggio del 30 ottobre a Centobuchi, R.C. un operaio 35enne, residente nella Provincia di Teramo, ha aggredito con un pugno in volto  il proprietario di un deposito di genere alimentari all’interno del suo locale lasciandolo senza sensi e derubandolo di una borsa contenenti documenti, valori ed altri effetti.

Appena rimessosi dallo svenimento l’aggredito ha provveduto subito a chiamare i Carabinieri di Monteprandone che giunti sul luogo si sono fatti raccontare dettagliatamente i fatti e sono quindi iniziate le ricerche.

Poco dopo un appuntato dell’Arma riusciva ad individuare ed ad arrestare l’aggressore nei pressi della ditta. Poi nella mattinata di lunedì l’udienza preliminare ha convalidato il fermo in arresti domiciliari per rapina con violenza.

Intanto proseguono le indagini per ricostruire la dinamica dei fatti ed il perché del gesto. Tra le probabili ipotesi quella che l’arrestato fosse un operaio della ditta stessa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.574 volte, 1 oggi)