HATRIA – MARTINSICURO      1 – 0      ( 0 – 0 )

 

HATRIA: Ceruso 6; D’Ercole 6,5; Antonelli 6; Paoloni 5,5 (7’st Rachini 6); Zardo 6; Forcella 6; Cicchini 6; Bucci 6,5; Valdes 5,5 (26’st Brisotti 5,5); Cuccuru 5,5; Lolli 5,5 (13’st Laliscia 5,5). A disp. Colleluori, Pavone, Iezzi, Tini. All. D’Isidoro

 

MARTINSICURO: Carfagna 6; Paci 6 (26’st Picciola 5,5); Piunti 5,5; Scarpantoni 6; Sabini 6; Capretti 6; Vallese 5,5;  Del Grosso 5,5; (19’st Marini 5,5); Di Simplicio 5,5; Nepa 5,5; Minollini 5,5 ( 35’st Massetti 5,5). A disp. Damiani, Coccia, Carbone, Capanna. All. Fanì

Arbitro: Ciancaglini di Vasto  5,5 (Di Nardo e Verrocchi)

Rete: 22 st Cicchini

Note: Ammoniti Valdes, Cicchini, Forcella e Rachini (H), Nepa e Paci (M). Espulso Cicchini 45′ st per doppia ammonizione.

Angoli 4 – 2 per il Martinsicuro, spettatori 150 circa con rappresentanza ospite.

 

ATRI – L’Hatria si impone sul Martinsicuro e lo supera in classifica al termine di una partita povera di gioco e di emozioni, con il risultato determinato da una dormita della difesa ospite. Classico 4/4/2 per i padroni di casa, che devono fare a meno del difensore centrale D’Arcangelo, ex dell’incontro, infortunato. Nel Martinsicuro indisponibile il centravanti Ventresini, a letto con la febbre per una forma influenzale, sostituito al centro dell’attacco da Di Simplicio, con Vallese e Minollini sulle fasce. Una partita povera di occasioni, giocata per tutto il primo tempo nella fascia centrale del campo, con lanci lunghi e poco gioco organizzato. L’unica vera occasione è per gli ospiti con un cross rasoterra al 36′ che attraversa tutta l’area ma in cui Di Simplicio non arriva all’appuntamento. Intanto nell’area del Martinsicuro un rimpallo su rilancio, approssimato, di Carfagna si perde di poco a lato.

Nella ripresa la prima occasione arriva con un calcio di punizione dai 20 metri di Bucci, altro ex dell’incontro, sul quale Carfagna è pronto alla deviazione. Al 22′ l’episodio che determina il risultato: da una proiezione offensiva dei padroni di casa la difesa dei biancoazzurri va in bambola. Sabini e Piunti cincischiano in piena area il debolissimo rinvio sul quale si proietta Cicchini che da due passi infila imparabilmente.

Gli ospiti non sono in giornata ed hanno forte difficoltà ad imbastire azioni pericolose: la squadra è una  brutta copia di quella vista nelle ultime partite. L’unico pericolo per l’Hatria arriva su una punizione dal limite di Di Simplicio che fa la barba al palo con Ceruso in forte ritardo. Gli ultimi minuti vedono gli atriani  cercare di rallentare il gioco. A farne le spese è l’autore del gol Cicchini che allo scadere rimane a terra fuori dal terreno di gioco, l’arbitro fa proseguire e nel proseguo il giocatore dell’Atri si trascina, rimanendo a terra, all’interno del terreno di gioco. Ciancaglini gli mostra il secondo giallo e, di conseguenza, il rosso. I locali fanno festa negli spogliatoi festeggiando successo e sorpasso in classifica. Per gli ospiti la seconda battuta di arresto del campionato. L’unica consolazione la contemporanea sconfitta dell’Amiternina, con un massiccio numero di squadre che lottano per il primato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 504 volte, 1 oggi)