CHESSARI 6,5 Viene impensierito da un tiro del pericoloso Cuccù allo scadere, e si fa trovare pronto
OGLIARI 6,5 Buon rientra da titolare per il capitano rossoblu. A parte una svirgolata nel finale dimostra di poter essere utile alla causa
NICOLOSI 5,5 Tanti errori, se non fosse un under e se questa non fosse la sua peggior partita da quando è alla Samb, meriterebbe di meno. Non lo bocciamo solo perché speriamo che sia una occasione unica.
RULLI 6 Macchinoso e un po’ lento, fa un passo indietro rispetto alle precedenti apparizioni casalinghe quando, forse grazie alla presenza di D’Aniello, il suo ruolo da oscuro mediano risaltava un poco di più.
PULCINI 6,5 Ordinaria amministrazione durante l’intero incontro, ma nel finale Cuccù lo mette alle strette.
MENGO 6 Qualche disimpegno un po’ troppo rischioso, ma nel complesso più che sufficiente
D’ANGELO 6 Primo tempo inguardabile, si riscatta nella ripresa, dopo il gol, quando può sfruttare appieno la sua velocità. Meriterebbe il gol con un suo contropiede di 50 metri, ma calcia cercando il tocco di fino quando, piuttosto, serviva la “botta”.
ORESTI 7 Senza dubbio il migliore: sempre lucido, somma le caratteristiche del centrocampista di contenimento a quelle del regista e uomo d’ordine. Pericolosissimo sui calci piazzati, sfiora nuovamente il gol su calcio d’angolo.
MENICHINI 6 Nella prima frazione si ritrova malinconicamente solo e ha soltanto un’occasione, un colpo di testa mal sfruttato. Nella ripresa si vede salvare un’altra conclusione aerea sulla linea (era già accaduto ad Urbino), poi trova di fronte un eccellente Spina che riesce a deviargli due conclusioni che meritavano il gol.
GENTILI 5,5 E’ un giocatore capace di lanciare i compagni negli spazi come pochi altri nella categoria. Però ha bisogno che la squadra giri al massimo, altrimenti non riesce ad incidere.
BIANCHI 6 Primo tempo da dimenticare anche per lui, poi nella ripresa riesce, se non a tornare ai suoi livelli, a dare il suo contributo con alcuni cross importanti.
CACCIATORE 7,5 Ad Urbino era stato inguardabile e Palladini lo ha “punito” mettendolo in panchina. Ma come è entrato in campo ha fatto capire di essere di una spanna superiore a tutti, compagni e avversari. Ogni volta che tocca palla crea pericoli ed oggi ha il merito anche di aver realizzato la sua seconda rete in campionato. «Forse stare un poco in panchina gli ha fatto bene» ha detto alla fine Palladini. Può darsi.
BIZZARRI s.v.

PALLADINI 6 Nel primo tempo presenta una formazione in convalescenza, ma riesce a scuoterla nell’intervallo. Per 50 minuti i due under messi in campo oggi sono i peggiori in campo, poi D’Angelo si riscatta, mentre Nicolosi continua a sbandare. Il suo obiettivo è quello di costruire una squadra equilibrata e imperniata sul 4-4-2, anche se a volte potrebbe convenire modificare un po’ l’assetto tattico, a partita in corso, specialmente quando, in casa, gli avversari si difendono in 10 lasciando un solo attaccante contro i 4 difensori rossoblu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 952 volte, 1 oggi)