PIANO SAN LAZZARO- GROTTAMMARE 2-0 (1° T. 0-0)

PIANO SAN LAZZARO: Paniccià, Marchegiani, Belelli, Malavenda, Ramini, Tedoldi (46′ Verdenelli), Cercaci, Colella, Rrudho, Mattia Santoni (44′ Sanda), Tarenzi. A disposizione: Molinari, Franzoni, Mazzieri, Magi, Giaccaglia. Allenatore: Marco Lelli

GROTTAMMARE: Addazi, Piemontese (92), Adamoli, Del Moro, Giovagnoli (90), Faraone (79′ Santonastasio), De Angelis (63′ Miani), Cognata, Parma, Marcatili, Bollettini (63′ Vrioni). A disposizione: Domanico, Carletti, Ize Rosa (90), Fioravanti (90). Allenatore: Paolo Del Moro

Arbitro:  Serfilippi di Pesaro

Reti: 73′ Sanda (P.S. L.), 89′ Verdenelli (P.S.L.)

Espulsi al 75′ Vrioni (G)per condotta fallosa e al 79′ Del Moro (G)per fallo di reazione su Colella.

Ammoniti Colella (P.S.L.), Del Moro, Giovagnoli, Parma(G)

Angoli: 4-2.

Recuperi 1′ pt, 4′ st.

ANCONA – Il Grottammare privo dell’infortunato Orlandi incassa la sesta sconfitta in questo campionato (la quarta in trasferta), al cospetto del Piano San Lazzaro al suo settimo risultato utile consecutivo e che ha rafforzato la sua seconda posizione in classifica ora a -1 dalla capolista Urbania (che deve giocare in casa col Biagio Nazzaro). Ancora una volta la formazione rivierasca ha dimostrato di non riuscire ad impensierire e a sorprendere le squadre di alta classifica e per la quarta volta ha rispettato il pronostico perdendo anche al Dorico come aveva fatto in precedenza al Pirani con la Fermana, a Pesaro ed Urbania.

Inoltre ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra troppo nervosa chiudendo la gara in nove uomini con le espulsioni, entrambe sul risultato di 1-0, dell’albanese Vrioni che era entrato solo da una decina di minuti e del giocatore-allenatore Del Moro. La gara è stata giocata su alti ritmi, il Piano San Lazzaro ha mostrato aggressività e discreta velocità. Il Grottammare aveva avuto le migliori occasioni per passare in vantaggio sullo 0-0 con il palo di Parma e con Giovagnoli. Poi una fiammata dei padroni di casa è valsa il vantaggio del nuovo entrato Sanda. Poi nel finale con la doppia superiorità numerica, i padroni di casa trovavano il raddoppio con l’altro nuovo entrato Verdenelli.

La cronaca

Al 3′ Colella andava alla conclusione con pallone che finiva a lato.

Al 5′ De Angelis tutto solo nell’area anconetana veniva fermato da un dubbio furiogioco.

Al 26′  De Angelis sfondava sulla sinistra saltando Marchegiani, metteva in mezzo ma Marcatili non arrivava per un soffio alla deviazione vincente da pochi passi.

Al 32′ azione dei locali impostata da due ex Samb, con Tedoldi che pescava Mattia Santoni in area, ma il sinistro in diagonale dell’attaccante terminava a lato di poco.

Al 34′ Adamoli andava sul fondo e crossava per l’accorrente Bollettini che, appostato sul secondo palo, colpiva di testa spedendo all’esterno della rete.

Al 40′ Serpentina di Mattia Santoni sulla fascia sinistra, pallone in mezzo per Tarenzi che incredibilmente ciccava la conclusione

Al 41′ calcio d’angolo per il Piano, si accendeva una mischia furibonda in area con doppia conclusione respinta dalla difesa biancoceleste.

Al 44′ problema muscolare per Mattia Santoni che doveva lasciare il terreno di gioco. Lo rilevava Sanda. Nella ripresa non c’èra più nemmeno Tedoldi, sostituito da Verdenelli.

SECONDO TEMPO

Al 51′ occasionissima per la formazione ospite, su rinvio sbagliato della difesa dorica, il pallone finiva a Parma che stoppava di petto e stampava il pallone sul palo.

Al 56′ ancora Grottammare vicinissimo al vantaggio. Cognata serviva Parma in area, l’attaccante si girava e tentava la conclusione trovando sulla direzione del tiro Giovagnoli che metteva fuori da pochi passi.

Al 73′ vantaggio dei granata. Scambio nello stretto tra Rrudho e il camerunense Sanda, pallone di ritorno per quest’ultimo che sfuggiva alla marcatura e beffava Addazi in uscita per l’1-0.

Al 75′  il Grottammare rimaneva in dieci: il nuovo entrato Vrioni veniva espulso per un fallo su Cercaci a centrocampo.

Al 79′ la squadra rivierasca rimaneva addirittura in nove, quando in seguito ad un fallo di Colella su Del Moro, il giocatore-allenatore biancoceleste perdeva la testa lasciandosi andare alla reazione e il direttore di gara lo mandava anzitempo negli spogliatoi estraendo il rosso diretto.

All’80’ ancora pericolosi i locali con Tarenzi che costringeva, Addazi a rifugiarsi  in angolo.

Un minuto dopo Ramini raccoglieva un cross da calcio d’angolo e colpiva in girata, chiamando Addazi alla grande risposta in volo.

All’89’ arrivava il sigillo del Piano. Biancocelesti sbilanciati in avanti, pallone perso e recuperato da Juan Daniel Colella che si involava sulla destra e serviva il nuovo entrato Verdenelli a cui bastava  appoggiare in rete per il 2-0.

Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro, il signor Serfilippi di Pesaro, decretava la fine delle ostilità.

Ora il Grottammare cercherà il riscatto domenica ospitando al Pirani il Real Metauro mentre il Piano San Lazzaro cercherà conferme di vetta in casa della Vis Pesaro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 838 volte, 1 oggi)