SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La città gioisce insieme alla Lardani. La campionessa del mondo di pattinaggio Laura Lardani è stata festeggiata lunedì 26 ottobre nel corso di una serata organizzata presso una enoteca dalla sua società di appartenenza, la “Pattinatori sambenedettesi”.

La Lardani ha conquistato lo scorso 19 settembre ai mondiali di Haining, in Cina, la medaglia d’oro nella gara di pattinaggio specialità 15 mila metri su pista ad eliminazione categoria “senior”.

Si è imposta per un soffio sulla coreana Hyo Sook Wo (23 minuti, 47 secondi e 549 millesimi per l’italiana, 7 centesimi in più per la seconda classificata) e sulla neozelandese Nicole Begg. La concorrenza da superare era agguerritissima: le atlete in gara erano infatti 36 in tutto.

Laura raccoglie l’eredità di Nicoletta Gallessi, l’unica altra atleta sambenedettese a vincere un mondiale seniores (nel 1998 a Pamplona in Spagna). Il pattinaggio sambenedettese vanta una gloriosa tradizione sia nel settore corsa che nell’artistico. Oltre ai due ori citati, è lunghissima la serie di ori ai mondiali e agli europei juniores, oltre a tantissime affermazioni ai campionati italiani.

Le vittorie nella massima categoria potranno essere ulteriormente incrementate nelle prossime edizioni dei mondiali anche nelle gare maschili, grazie ai giovani Riccardo Bugari e Matteo Amabili, fin qui vincitori appunto nella categoria “juniores”. Dal prossimo anno i due sono attesi a grandi prove tra i senior.

La lusinghiera attribuzione a San Benedetto dei campionati europei 2010 è stata un grande risultato, reso possibile anche grazie all’impegno di dirigenti come il sambenedettese Umberto Urbinati, da 24 anni alla guida del Comitato Europeo Pattinaggio.

Ha affermato il sindaco Giovanni Gaspari: «Anche le vittorie negli sport individuali sono frutto di un lavoro di squadra. A Laura rivolgo complimenti vivissimi a titolo personale e a nome dell’intera città. San Benedetto può vantare una tradizione nel pattinaggio, ingiustamente considerato “sport minore”. Questa tradizione viene trasmessa di generazione in generazione, e supportata dal Comune».

«Il recente rinnovamento – aggiunge Gaspari – della pista “Panfili” era infatti atteso da 30 anni, e i lavori effettuati sulla superficie egli spogliatoi sono stati un aiuto prezioso per vederci assegnati i campionati europei, in programma a San Benedetto nell’agosto del 2010. Il Comune garantirà inoltre la realizzazione della pista su strada necessaria per quella manifestazione».

All’iniziativa hanno preso parte anche l’assessore allo Sport Eldo Fanini e l’assessore provinciale allo Sport Filippo Olivieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 887 volte, 1 oggi)