GROTTAMMARE – Un laboratorio gratuito di fumetto al DepArt che si inserisce nel vasto ed articolato programma della quindicesima stagione dell’associazione culturale Blow Up.  Dodici incontri rivolti a ragazzi dai 15 ai 30 anni per conoscere l’opera di tre geni visionari della nona arte: Alan Moore, Nikola Tesla e Ray Kurzweil.  L’iniziativa prenderà il via venerdì 6 novembre e proseguirà nei giorni di mercoledì (18-25 novembre, 2-9-16 dicembre) e venerdì ( 6-13-20-27 novembre, 4-11-18 dicembre) che si terranno dalle 17,30 alle 19,30.

Al workshop, condotto da Maicol e Mirco con la partecipazione straordinaria degli illustratori Angelo Maria RicciGianluigi Capriotti, seguiranno la performance video-teatrale a cura di Teatro AnnA e Associazione Culturale Blow Up (22 gennaio 2010, ore 21,30) e l’allestimento di una mostra dei disegni e delle immagini (foto e video) realizzate nel corso del laboratorio e della perfomance, al Museo dell’Illustrazione Comica (23 gennaio/14 febbraio 2010).

«Noi di Blow Up, da sempre appassionati al mondo delle arti visive, come a quello della scienza, della tecnologia e della fantascienza, non potevamo prima o poi non fissare un appuntamento con il fumetto – spiega Sergio Vallorani, presidente di Blow Up – chiamando in causa il genio più visionario che il mondo dei comics abbia mai partorito: Alan Moore. Un uomo e un artista che ha prestato il suo genio al mondo delle strisce e delle nuvole realizzando così alcune tra le più belle opere di comics mai realizzate (Watchmen, V for Vendetta, From Hell, Swamp Thing, Promethea, Sacco amniotico, Serpenti e scale). Ma oltre che ad Alan Moore, il laboratorio si prefigge di avvicinare gli iscritti alla scienza visionaria e per questo vicina alla fantascienza e al mondo dei fumetti di altri due uomini straordinari: Nikola Tesla e Ray Kurzweil».

Gli argomenti del workshop saranno approfonditi attraverso  la proiezione di tre film seguiti da un feedback e da un approfondimento prima di passare alla fase creativa e realizzativa delle tavole e delle strisce.

Inoltre, verranno mostrati i lavori di Moore e i fumetti già esistenti ispirati a Tesla e potenzialmente ispirati alle teorie avveniristiche di Kurzweil, teorico della singolarità tecnologica e quindi dell’intelligenza artificiale e dell’immortalità degli uomini-androidi.

«Il progetto di quest’anno è particolarmente ambizioso e fortemente inclusivo – sostiene il consigliere Daniele Mariani, delegato alle politiche giovanili – Oltre al fatto che cerca di rivolgersi anche ad una fascia di età più giovane attraverso l’integrazione dei Centri di Aggregazione, esso infatti si basa sul coinvolgimento di ulteriori spazi e luoghi di aggregazione oltre che al Kursaal, tradizionale sede per le proiezioni del venerdì. La politica grottammarese in questi anni si è dimostrata particolarmente lungimirante, investendo nella realizzazione di questi luoghi, ed oggi possiamo raccoglierne i benefici tangibili nelle Ludoteche, nel Dep Art e nel MIC, che ospiteranno questo articolato corso di fumetto».

Per informazioni e iscrizioni è possibile inviare una mail a c.a.g@libero.it telefonare al numero 334.6409773 o visitare il gruppo Facebook “Centri di Aggregazione Grottammare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.114 volte, 1 oggi)