ASCOLI PICENO – Seduta di consiglio provinciale caratterizzata dalla presenza, con tanto di striscione, da parte di alcuni operai della “Ahlstrom”, l’ex cartiera ferma a tre anni e sul futuro della quale ancora regna l’incertezza.

I lavoratori hanno sollecitato le istituzioni a fare di tutto per sbloccare la loro situazione. Si è parlato di vendita, di riconversione, ma di concreto, al momento, non c’è nulla.

Intanto da Roma, dove non sono andati (scelta tattica?) il sindaco Castelli, l’assessore regionale Badiali e il presidente della Provincia Celani, arrivano notizie di mancato accordo. Le modifiche presentate da parte della Manuli al piano industriale risulterebbero molto lontane dalle richieste dei sindacati e dei rappresentanti dei lavoratori.

Sul piano strettamente amministrativo la seduta del consiglio provinciale di giovedì pomerigggio ha visto l’approvazione all’unanimintà di tutti i punti all’ordine del giorno discussi. In particolar modo, per rimanere nell’ambito della crisi economica ed industriale, c’è stata la sottoscrizione, dopo un ampio dibattito e l’elaborazione di un documento comune redatto da maggioranza e opposizione, della mozione che verrà presentata alla Regione Marche nella quale si chiede l’istituzione di una struttura competente che possa monitorare costantemente e tenere sotto controllo la situazione delle varie aziende del territoiro regionale, soprattutto quelle più in difficoltà. Tale mozione, già presentata in precedenza dall’ex presidente Massimo Rossi e dal consigliere Illuminati, servirà a creare un organo compente che possa avere chiaro lo stato di salute di ogni singola azienda ed intervenire così tempestivamente per scongiurare improvvise chiusure e fallimenti, come spesso accaduto nel territorio ultimamamente.

Approvazioni all’unanimità anche del progetto preliminare per il finanziamento di oltre 10 milioni di euro per il 1° stralcio della Mezzina nel tratto Val di Tronto-Valtesino e l’ammodernamento del 3° lotto funzionale, della messa a norma antincendio degli istituti Ipsia di Ascoli e di San Benedetto e dell’Istitutto “Trebbiani” di Ascoli e della composizione del Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2009/2012 che ha visto la nomina di Luca Virgili (presidente), Mariano Cesari e Guido Renzi.

All’unanimità anche gli altri punti e cioè la presa d’atto della “costituzione, composizione ed insediamento delle Commissioni Permanenti” già notificata nel precedente consiglio e la modifica al “regolamento per l’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto”.

Infine, l’assessore Allevi ha scelto di ritirare momentaneamente la proposta di delibera per l’approvazione del Regolamento che disciplina l’esposizione della pubblicità lungo le strade provinciali, mentre la mozione, presentata dai consiglieri Rossi, Illuminati e Binari, per l’istituzione dell’area marina protetta del Piceno è stata rimandata per motivi di tempo al prossimo consiglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 627 volte, 1 oggi)