MARTINSICURO – Massimo Vagnoni entra a far parte del Consiglio di amministrazione del Teatro Stabile d’Abruzzo, in rappresentanza della Provincia di Teramo. Il consigliere delegato alla Cultura del Comune di Martinsicuro ottiene così uno dei primi incarichi in Provincia, dove è giunto  tra le fila del Pdl dopo le elezioni dello scorso giugno, risultando il primo degli eletti. «E’ un compito che mi riempie di soddisfazione – ha affermato – e che cercherò di portare avanti al meglio». Un incarico che permetterà al consigliere di vivere dall’interno la gestione di una delle realtà teatrali più importanti d’Abruzzo: un’esperienza doppiamente interessante per Vagnoni, in quanto egli stesso attore in una compagnia amatoriale.

Lo Stabile d’Abruzzo, crollato nel terremoto del 6 aprile, ha gettato proprio da poche settimane le basi per ripartire attraverso l’elaborazione di un progetto funzionale di rilancio. In attesa della ricostruzione del teatro andato quasi completamente distrutto, si è cercato di ritrovare una prima “normalità” allestendo una sede provvisoria nei pressi dell’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila, ripristinando le linee telefoniche e muovendosi per riorganizzare la tradizionale stagione teatrale aquilana.  

E proprio attraverso il nuovo incarico potrebbero nascere spunti per collaborazioni culturali tra la realtà teatrale aquilana e la città di Martinsicuro. «Mi piacerebbe portare a Martinsicuro qualche compagnia teatrale che gravita negli ambienti del Teatro Stabile – ha ipotizzato Vagnoni – magari per qualche spettacolo nel teatro tenda che monteremo di consueto a Natale».  E a proposito degli eventi che si terranno nei prossimi mesi invernali, il consigliere afferma che sono stati avviati contatti con diversi autori per una serie di presentazioni di libri da tenersi in città. Si sta già pensando poi anche ad alcune specifiche iniziative da affiancare alla seconda edizione del “Premio letterario internazionale Città di Martinsicuro” la prossima estate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 547 volte, 1 oggi)