SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sei i punti all’ordine del giorno per il Consiglio Comunale sambenedettese. Convocato per giovedì 29 ottobre alle 20.30, nell’Auditorium della biblioteca Comunale, il Consiglio è chiamato ad avviare l’iter di un Piano di recupero di iniziativa privata in variante al Piano regolatore.

Si tratta della demolizione dei tre fabbricati che si affacciano sulla Statale 16 immediatamente a sud di via Ceci e la ricostruzione di un unico stabile diviso in due corpi contigui, arretrati rispetto allo stato attuale e alla Statale.

In discussione anche un atto di indirizzo per il conferimento di due incarichi di alta professionalità finalizzati alla realizzazione del Museo del mare.

Il primo servirà al riordinamento scientifico del materiale archeologico depositato nei musei comunali e riguardante la sezione dell’Antiquarium Truentinum. Il secondo incarico invece è destinato a sviluppare la ricerca iconografica e documentaria sulla civiltà marinara e per la redazione dei testi esplicativi a supporto dell’allestimento museale “Museo della Civiltà Marinara delle Marche”.

Il Consiglio è chiamato poi ad approvare un atto in base al quale la nuova palestra della scuola Curzi sia dedicata principalmente al volley affidandone la gestione per due anni alla società Mail Express Volley con il consenso delle altre società pallavolistiche cittadine.

In discussione anche la modifica del regolamento per la concessione delle civiche benemerenze per prevedere una speciale attribuzione del “Gran pavese rossoblù” ad esponenti delle forze armate e di polizia in occasione delle celebrazioni del 4 novembre – giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate.

Infine si dovrà discutere una mozione presentata dal consigliere Andrea Marinucci per impegnare il Consiglio e il Sindaco a sensibilizzare i Parlamentari marchigiani affinché l’Italia ratifichi la convenzione 169 dell’Oil, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro, che mette per iscritto i diritti fondamentali dei popoli indigeni e “tribali” (tra cui gli Indios dell’Amazzonia e i Tibetani) e si occupa di questioni d’importanza vitale quali la garanzia dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 386 volte, 1 oggi)