ASCOLI PICENO – Erano da poco passate le 20 di ieri, 27 ottobre, quando  un volante della polizia è dovuta intervenire presso il centro commerciale “Città delle Stelle” nel bar “Buon Gusto” dove  una persona, in stato di agitazione, forse per le troppe libagioni, aveva aggredito con diversi calci e con il lancio di un bicchiere di vetro due avventori residenti in Provincia di Teramo che neanche conosceva.

L’aggressore, D.L.M. di anni 36, ascolano, di notevole corporatura, alla vista degli agenti incominciava ad insultarli minacciando addirittura di ucciderli. Poi, all’improvviso, si alzava dalla sedia dove gli era stato ordinato di sedersi e sferrava un violento pugno ad uno degli agenti al braccio e polso sinistro. All’Ospedale gli veniva assegnata una prognosi di cinque giorni.

Non contento aggrediva violentemente anche una guardia giurata con un calcio sputandogli addosso. Alla fine, dopo molti sforzi si riusciva ad immobilizzare il soggetto. D.L.M. veniva tratto in arresto per resistenza, lesioni ed oltraggio al pubblico ufficiale e rinchiuso nelle carceri di Marino del Tronto in attesa delle decisioni a suo carico da parte del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ascoli Piceno Ettore Picardi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.298 volte, 1 oggi)