Da Riviera Oggi in edicola. Sul nostro settimanale poster dedicato all’Affittitalia Volley

Serie B2
Affittitalia Samb – Siem Vigor Collemarino 3-1 (25-12 , 22-25, 25-21, 29-27)

Affittitalia Samb: Ubaldi 11, Medori, Di Giacomo 15, Serafini 7, Mancini 21, Zagaria 12, Ciancio (L); Campagnani. N.e: Ricci, Faraone, Piccirillo, Baldasseroni.
Battute sbagliate 7, ace 3, muri 6, errori punto totali 32. Ricezione 67% (#40%), attacco 43%
Siem Collemarino: Cofani 9, Persico 5, Catalani 9, Nutricato 2, Masuzzo 22, Piccinini 1, Mosca (L); Bughi, Moroni 5. N.e. Boncompagni, Fabiani
Battute sbagliate 13, ace 5, muri 8, errori punto totali 36. Ricezione 65% (#47%), attacco 35%

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vince ancora l’Affittitalia, all’esordio in campionato davanti al proprio pubblico, sabato 24 ottobre. Dopo essersi imposta per 3-0 ad Offagna, la squadra di Ledda e Bianconi sconfigge 3-1 la Siem Vigor Collemarino, con non poca fatica.
L’opposto Simone Baldasseroni ha dovuto infatti rinunciare alla gara per un infortunio alla caviglia. Al suo posto, Massimo Ciabattoni manda in campo Alessandro Ubaldi. Capitan Mancini, sofferente a una spalla da qualche tempo, stringe i denti e, nonostante il dolore, decide di aiutare comunque la squadra, scendendo regolarmente sul terreno di gioco.
Parte comunque benissimo l’Affitttitalia, con un eloquente 25-12 che sembra dissipare ogni timore: la squadra è cinica e concentrata, al cospetto di una Siem oltremodo fallosa , imprecisa e disordinata.
Nel secondo parziale, la musica cambia radicalmente: Collemarino cresce in tutti i fondamentali e affronta il match con uno sguardo totalmente differente, San Benedetto invece si rilassa e si dimostra impreparata di fronte alle improvvise difficoltà: gli avversari acquisiscono addirittura 6 punti di vantaggio (16-22) prima di chiudere sul 22-25.
Nella terza frazione, gli ospiti provano di nuovo a fuggire, anche grazie a un Masuzzo in giornata di grazia sia al servizio che in attacco (chiuderà con 22 punti all’attivo). I ragazzi di Ciabattoni, però, senza scomporsi, questa volta riescono immediatamente a riequilibrare la situazione e a far proprio il set (25-21).
Il quarto parziale è un frenetico accavallarsi di emozioni, di paure, di speranze. Si procede punto a punto sino alle fasi conclusive, Collemarino può infine giocare il primo set point per portarsi sul 2-2: Mancini riceve bene, attacca una prima volta sul muro, e, dopo la copertura, infila una strepitosa, coraggiosissima parallela che vale il 24 pari. Le due formazioni si sorpassano e si raggiungono a vicenda fino al 28-27 in favore dei padroni di casa; ed è ancora Mancini, al terzo match point, che finalmente scaglia a terra l’ultimo pallone, quello che vale la soffertissima, agognata vittoria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 562 volte, 1 oggi)