CUPRA MARITTIMA – Riceviamo e pubblichiamo una lettera della lista civica di minoranza Comunale “Vivere Cupra”, a nome di Franco Veccia.

«Leggo dai giornali locali e dalle delibere Comunali che questa amministrazione comunale in questi primi quattro mesi si è occupata principalmente di ordinaria amministrazione, nel portare avanti i lavori a completamento della Piazza Possenti e della pista ciclabile presso il lungomare nord e le manifestazioni estive, il tutto programmato dall’amministrazione precedente.

Al primo Consiglio Comunale del 24 giugno ho rivolto due interrogazioni all’Amministrazione attuale, tuttora senza esito di risposta dopo 100 giorni trascorsi.

Per svolgere un competente e responsabile servizio alla comunità cuprense come minoranza occorre che si abbia una chiara e globale visione della situazione attuale pertanto ho richiesto la seguente documentazione: il bilancio consuntivo del 2008 e preventivo del 2009 con annesso il programma delle opere pubbliche ed i tempi di attuazione con convalida delle fonti di finanziamento riportate.

La richiesta del piano regolatore e tutti i piani particolareggiati (piano di spiaggia, piano delle cave, piano commerciale delle cave ecc….) e cosa questa amministrazione conferma dei piani.

Richiesta dello stato attuale economico e finanziario, di ogni lottizzazione ed i tempi di attuazione, nonché lo stato del pagamento degli oneri, inoltre sempre per iscritto richiedevo per ogni area di servizio, le risorse umane attuali, tempi di attuazione, programmi di completamento.

La seconda interrogazione è stata quella di chiedere al Sindaco di valutare lo stato di sicurezza dell’edificio scolastico esistente.

Visto che sempre meno si ha notizie sul nuovo Polo scolastico e con l’avvicinarsi di scosse di terremoto nella provincia di Macerata, sempre più le famiglie cuprensi si chiedono: la nostra scuola è sicura dal punto di vista sismico? (leggi qui l’opinione rassicurante espressa dal sindaco D’Annibali in una intervista a rivieraoggi.it)

Abbiamo suggerito dunque di far effettuare uno studio per la valutazione dei caratteri sismo resistenti dell’edificio scolastico in muratura in collaborazione con la Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche.

Si sottolineava la necessità di un’indagine di dettaglio che ricomprenda la ricerca e la valutazione di elementi che possono aumentare l’effettiva vulnerabilità dell’edificio. Abbiamo anche proposto, nel caso ci sia il bisogno di lavori di sicurezza, anche una ipotesi di progetto con delle opere provvisionali di fasciatura in struttura metallica (intervento reversibile e smontabile) per eliminare le criticità sismiche, già sperimentate in Umbria ed anche i possibili finanziamenti. Aspettiamo una risposta al più presto.

Inoltre ritengo che in questa attuale situazione di crisi e precarietà che molti cuprensi, soprattutto giovani, si trovano a vivere, non basti solo un lavoro di ordinaria amministrazione, ma occorra avere una “Grande Progettualità”, che va dal favorire ed incentivare in collaborazione di tutte le forze produttive, culturali e sociali nuove occasioni lavorative, promuovere e valorizzare i nostri prodotti locali dell’agricoltura, della pesca, dell’artigianato, valorizzazione del patrimonio culturale paesaggistico e turistico, dare sostegno ai commercianti cuprensi, tramite sconti per chi acquista a Cupra con una card, promuovere formazione professionale ed aggiornamento, favorire i giovani e meno giovani per l’apertura di attività lavorative.

C’è tanto da lavorare e noi della lista civica Vivere Cupra vogliamo fare la nostra parte attivandoci per stimolare, promuovere, sensibilizzare e dare delle risposte alla cittadinanza ed all’Amministrazione Comunale, prossimamente vi faremo conoscere le nostre iniziative».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)