SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è conclusa in questi giorni l’attività del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno connessa all’operazione “Profumo 2007”, attraverso l’ulteriore denuncia alla Procura della Repubblica di Fermo di C.G. e di T.G., rispettivamente 39 e 41 anni, residenti l’uno ad Altidona e l’altro a Montefiore dell’Aso, e la segnalazione alle Prefetture di altre 25 persone residenti nelle province di Ancona, Ascoli Piceno e Macerata, per le attività di spaccio e uso a fini personali di stupefacenti.

Le indagini, condotte dai finanzieri su coordinamento del sostituto procuratore di Fermo Raffaele Iannella, partirono dal sequestro di 417 grammi di cocaina e 30 grammi di hashish effettuato il 16 maggio 2007 a San Benedetto del Tronto, per il quale era stato arrestato uno spacciatore locale; le successive indagini hanno consentito di individuare un articolato sodalizio criminale operante in più regioni del territorio nazionale e che movimentava mezzo chilo di cocaina a settimana. Contro questo vasto giro, il 10 aprile 2008 venne operato un blitz concluso con il sequestro di oltre 2,5 chili di sostanze stupefacenti, l’arresto di 14 persone e la denuncia di altre 9.

L’operazione “Profumo 2007”, sviluppatasi nelle province di Ascoli Piceno, Ancona, Brindisi, Macerata e Milano, ha coinvolto complessivamente 55 persone – di cui 17 tratte in arresto, 12 denunciate a piede libero e 26 segnalate alle Autorità Prefettizie – nei cui confronti sono stati operati i sequestri di 3 chilogrammi di sostanze stupefacenti – suddivise tra hashish (2.570 grammi) e cocaina (430 grammi) – 4 autovetture, 4 bilancini di precisione, 1 pistola completa di 7 cartucce, 1 coltello, 900 euro in contanti, 25 telefoni cellulari e 2 carte di identità falsificate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.234 volte, 1 oggi)