da Riviera Oggi in edicola
ACQUAVIVA PICENA – Acquaviva è una cittadina, in questo momento, strategica dal punto di vista politico. Più per il Pdl che per il Pd, nonostante quest’ultimo vanti due pezzi da novanta che dominano l’intera politica dell’area sambenedettese, Colonnella e Donati.
Il Pdl, che ha vinto le Provinciali e che ha l’ambizione di imporsi, per la prima volta, alle Regionali del 2010 e quindi alle amministrative di San Benedetto nel 2011, ha in Acquaviva uno dei pochi comuni gestiti dal centrodestra nell’intera provincia (oltre naturalmente Ascoli).
E l’immagine che l’amministrazione Infriccioli sta dando, non è delle migliori. La scelta di aumentare il numero di assessori risponde ad esigenze di compattezza della maggioranza piuttosto che a logiche amministrative. Ma non tutto è perduto e se i quattro nuovi assessori sapranno ridare slancio all’azione di governo potranno ripresentarsi, fra tre anni, come un gruppo compatto e coeso. Sarebbe un grave errore per il Pdl sambenedettese mostrarsi così fragile nella gestione amministrativa locale. I cittadini ricordano ancora la brutta fine della giunta Martinelli nel 2005. Piunti, Gabrielli e compagnia sono avvisati: vigilate su Infriccioli, un suo fallimento non sarebbe una buona pubblicità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)