OFFIDA – Passato e presente unito nel nome di Pierluigi Bersani. Il circolo Pd di Offida vede infatti nell’ex Ministro allo Sviluppo Economico l’unica alternativa valida a quella che è la maggioranza attuale di centrodestra, affinché ponga le basi per un riformismo forte e per il governo del futuro: «Rispecchia principi, priorità e attenzione a certe problematiche, comuni all’intero Partito Democratico» sostiene Roberto Senesi, consigliere comunale e rappresentante del comitato offidano di sostegno a Bersani. Il sindaco Valerio Lucciarini sottolinea che questa grande opportunità di partecipazione democratica, sarà raccolta dagli offidani «con forza ed entusiamo», auspicando il successo del 2007 ottenuto con Veltroni. L’impegno del circolo Pd di Offida è molto forte, sono infatti due i candidati della città in lista per le assemblee: l’attuale sindaco Lucciarini per la nazionale e l’ex sindaco Lucio D’Angelo, neo presidente della commissione bilancio in provincia, per la regionale.
«Aderiamo al comitato Bersani, come la maggior parte dei membri del Pd per dare un senso a questa storia, come recita lo slogan scelto. Saranno 22 i membri dell’assemblea regionale della Marche che rappresenteranno Ascoli Piceno, e confidiamo di ottenere, appoggiando questa mozione, una maggioranza relativa» spiega D’Angelo
Anche nel circolo offidano si percepiscono i malumori per il caso Donati, l’assessore regionale che ha scelto di creare una propria lista distinta da quella dei bersaniani.
«La lista di Donati non ha potuto far riferimento al simbolo di Bersani, perché non accreditata a livello nazionale. Nasce per obiettivi di carattere personale dell’assessore regionale» dichiara D’Angelo «infatti, fino al giorno prima della scissione, Donati avrebbe voluto essere candidato al posto di D’Erasmo come capo lista».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.043 volte, 1 oggi)