ASCOLI PICENO – Ha preso il via un ciclo di “Incontri Tematici” con le istituzioni locali promosso dall’Assessorato Provinciale alla Cultura. L’iniziativa è volta a far conoscere meglio le strutture, le eccellenze e le attività culturali dei 33 centri del Piceno ed approfondire problematiche ed esigenze di tale ambito.

La delegazione provinciale, guidata dall’Assessore alla Cultura Andrea Maria Antonini, è partita lunedì 19 ottobre e ha fatto tappa prima a Offida dove ha incontrato una rappresentanza di associazioni locali e il sindaco Valerio Lucciarini che ha illustrato diverse proposte.

Tra queste il sindaco ha sottolineato «la valorizzazione del Carnevale attraverso una logica di rete, la promozione dell’artigianato tradizionale del merletto e di un Centro del benessere legato alla vinoterapia».

Al termine dell’incontro l’assessore Antonini ha fatto visita ad alcune storiche strutture come il Teatro Serpente Aureo e Palazzo Bonomi Gera.

Successivamente, la delegazione provinciale si è recata a Ripatransone dove ha visitato il Teatro “Luigi Mercantini”, l’Anfiteatro “Le fonti” e il Museo della Civiltà Contadina ed Artigiana. Il sindaco Paolo D’Erasmo e l’assessore alla Cultura Remo Bruni hanno evidenziato le principali attività culturali esistenti come ad esempio il teatro di prosa, le produzioni tipiche e le tradizioni musicali.

Ultima tappa a Grottammare, dove Antonini, insime al sindaco Luigi Merli e l’assessore Enrico Piergallini, ha ribadito la volontà di migliorare sempre più il “Festival Cabaret Amoremio”. L’Assessore provinciale ha poi fatto visita alla nuova biblioteca comunale dedicata al poeta Rivosecchi e ai principali musei cittadini: il “Museo d’Illustrazione Comica , il “Museo Sistino”, la Chiesa di San Giovanni Battista e il “Museo Torrione della Battaglia”.

Ha dichiarato l’Assessore Antonini: «Abbiamo avviato un ricco calendario di incontri non solo per apprezzare le nostre località e le loro vocazioni, ma anche per ascoltare e recepire meglio le singole esigenze e proposte».

«Mi preme ribadire – ha aggiunto Antonini – che la Provincia non vuole sovrapporsi ai Comuni, ma portare avanti in sinergia con essi l’attività di ente di coordinamento, intercettando sempre nuovi canali di finanziamento, anche con l’obiettivo di organizzare un grande evento che dia maggiore visibilità all’intero territorio».

Anche il presidente Piero Celani ha ricordato che «la cultura rappresenta un punto di forza del nostro territorio e il Piceno con la sua speciale vocazione all’arte, all’accoglienza e al turismo costituisce un’autentica fucina di talenti e di idee da mettere in rete».

«Grazie – ha concluso Celani – alla fattiva collaborazione di tutti i soggetti del territorio, ovvero comuni, associazioni ed enti, si potrà costituire un’importante risorsa aggiuntiva per affrontare e superare il difficile momento occupazionale ed economico che si sta vivendo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 584 volte, 1 oggi)